15 settembre 2008

La torta di Nonna Papera

Berso non leggere, che a te le mele cotte non piacciono...

Un giorno proverò a cimentarmi con quella,spettacolare, di Lory.
Per ora, alle prese con la solita cassetta di mele cadute, ho inaugurato la tortiera in ceramica che mi sono regalata di recente con una classicissima ricetta di Apple pie, quella di Donna Hay.
Andrà bene qualsiasi stampo profondo che abbia un bordino sul quale sigillare i due strati di pasta. Le dosi indicate vanno bene per uno stampo di 22-24 cm di diametro. Oltre, la quantità di pasta diventa proprio risicata.

Per 8-10 porzioni :
- per la brisée :
300 g di farina
3 cucchiai di zucchero
150 g di burro tagliato a pezzetti
2 cucchiai di acqua fredda

Nel robot si mixa farina e burro ottenendo tante palline.
A mano si versa il burro nella classica fontana di farina e si sfrega con le dita per incorporarlo. In entrambi i casi, l'aggiunta di un goccio d'acqua consente all'impasto di legarsi. In entrambi i casi, meno si impasta meglio è. Appena sta insieme si fa la palla e via in frigo, coperta, a riposare, anche un paio d'ore.

- per dorare la pasta :
un uovo
due o tre cucchiai di zucchero

-per il ripieno :
8 mele verdi
70-90 g di zucchero
il succo di mezzo limone
1/2 cucchiaino di cannella in polvere o del mix di spezie preferite (io cannella e zenzero)
2 cucchiai di mandorle tritate fini oppure di maizena

Le mele, pelate, mondate e tagliate a pezzi (a fette spesse regolari se ne avete il tempo e la pazienza) si mettono in una padella fonda con un cucchiaio d'acqua, si coprono e si lasciano cuocere piano per 5-6 minuti, scuotendole ogni tanto. Devono essere appena fondenti. Io che usavo renette acerbe tagliate alla bene meglio ho inevitabilmente ottenuto una cottura disuguale, pezzi spappolati e altri ancora al dente. A questo punto si lasciano raffreddare in uno scolapasta.

Per dare il tempo al ripieno di mele di raffreddarsi ho iniziato da quello, poi ho impastato la brisée in modo da farla riposare un po' in frigo.

Arrivato il momento di assemblare il pie, ho accesso il forno su 180°.
Ho mescolato mele, zucchero, succo di limone e spezie.
Ho diviso la pasta in due pezzi. Uno, di due terzi del volume totale, servirà a foderare il fondo dello stampo, mentre il terzo rimanente consentirà di coprire il dolce.
Siccome a stendere la pasta sono una schiappa (e a trasferirla nella teglia peggio ancora ;-) l'ho rullata su un foglio di carta forno.
Dunque...
-uno generoso strato di burro senza dimenticare il bordino dello stampo
-uno strato di pasta
-due o tre cucchiai di farina di mandorle o (in assenza di questa) di Maizena per assorbire l'eventale succo rimasto
-le mele (a raggiera compatta o come capita capita)
-il secondo strato di pasta rifilato della misura giusta e premuto artisticamente per sigillarlo con quello sottostante
-una pennellata di uovo sbattuto
-una bella spolverata di zucchero
-qualche taglietto in centro alla pasta a mo' di camino per lasciar uscire il vapore del ripieno

Forno già caldo 30-40 minuti senza lasciare che colori troppo.
La mia pie è pallidina perché non l'ho spennellata ne inzuccherata.

A piacere si possono aggiungere alle mele dei frutti di bosco (con more o lamponi è uno sballo), dell'uvetta, del rabarbaro... E' decisamente migliore fatta il giorno prima, così si fa anche in tempo a dimenticare che comporta un sacco di pentole e ciotole e robe varie da lavare ;-)
Kat

Etichette:

19Commenti:

Blogger Lory ha detto:

Io invece proverò proprio questa,visto che qui le torte di mele piacciono proprio tanto!
Buona settimana! ;-)

15/09/08, 07:04  
Anonymous Mrs. Bee ha detto:

Una domanda di quelle che farà vergognare Cat, quando la leggerà: perchè le mele vanno cotte prima?
E poi: e se invece della maizena si usa il pangrattato, come si fa con lo strudel?
Anche a me piacciono molto i dolci di mele, specialmente da quando le mele crude non le posso più mangiare, e per pigrizia finisco sempre per fare lo strudel...
ciao scriba

15/09/08, 08:42  
Blogger Fra ha detto:

Le torte di mele sono una mia passione. qualsiasi versione rappresenta un comfort food eccezionale, capace col suo profumo di mettermi di buon umore. Proverò sicuramente la tua ricetta
Un bacio e buone settimana
Fra

15/09/08, 08:55  
Blogger Scribacchini ha detto:

Buongiorno a tutte e tre!!!
ApeCara, non avevo pensato al pangrattato ma andrà benone. Quanto alla precottura delle mele immagino sia necessaria perché, così alte - anche 4 dita in una teglia comela mia - non cuocerebbero in modo uniforme. Non so se ti consola ma anche a me le mele crude non vogliono più bene. Smack. Kat

15/09/08, 09:23  
Blogger Amelia ha detto:

splurp!! ho sempre sognato di fare la torta di nonna papera e ho giusto giusto un po' di mele che si stanno appassendo vado a provare graziee

15/09/08, 10:35  
Anonymous Mrs. bee ha detto:

Del disamore delle mele crude mi sono fatta velocemente una ragione, perchè comunque ne mangiavo due all'anno, ma quando hanno iniziato le ciliegie è stata mooooolto più dura.
Cat, invece, ha litigato con l'anguria: basta una fetta e gli va via la voce (prima che l'OGB dica qualcosa: io non c'entro)
Consoliamoci coi dolci, come Ciccio di Nonna Papera...

15/09/08, 11:39  
Blogger Gatadaplar ha detto:

Io adoro le mele cotte!!! ma forse ve l'avevo già detto... :PPP
Potrei aggiungere, come spezie, una bustina di quelle che mi avete mandato voi? va bene anche per i dolci oppure è indicata solo per le carni? Grazie
Un bacione! =(^.^)=

15/09/08, 14:59  
Blogger Scribacchini ha detto:

Ciao Gattuccia ;-)
Si, volendo puoi usare anche La Saporita, però a micro pizzichi in aggiunta alla cannella, sennò potrebbe risultare troppo invadente.
Qui si usa soprattutto nella zuppa di cavolo, pane e Fontina.
Un bacio. Kat

15/09/08, 15:18  
Blogger michela ha detto:

beh questa la faccio anche se mi dovessi sporcare fin sopra i capelli.
Grazie
ciao

15/09/08, 17:12  
Blogger twostella il giardino dei ciliegi ha detto:

i taglietti in centro sono una meraviglia ... Kat,la tua torta di mele è bellissima, proprio come quella dei davanzali dei cartoni!!!!

15/09/08, 22:55  
Anonymous Anonimo ha detto:

E' la mia preferita, la faccio così anch'io da sempre...
E' buonissima, confermo.

Lina

15/09/08, 23:29  
Blogger miciapallina ha detto:

eccomi eccomi!
Cronicamente in ritardo, come mio solito, ma questa volta ho la giustificazione.... un gatto con la polmonite e uno che abbiamo riacchiappato per i peli dei baffi!
Ambrogio e Ogheddu se la sono vista brutta ma finalmente ieri erano sfebbrati tutti e due!
Per festeggiare mi sa che farò la tua torta!

nasinasi

p.s. ho rifatto per la prima volta quest'anno la pasta con la zucca e i broccoli! CIOMP

16/09/08, 08:57  
Anonymous Anonimo ha detto:

Adoro i dolci con le mele,la proverò presto. Ciao Lina

16/09/08, 09:12  
Blogger marinella ha detto:

Nonna Papera sarebbe molto fiera del risultato, l'hai fatta raffreddare sul davanzale? baci

17/09/08, 09:30  
Anonymous mamma3 ha detto:

Invita all'assaggio, sa di autunno e serate a casa al calduccio!! Ma l hai messa a raffreddare sul davanzale della finestra come faceva Nonna Papera??? Elga

17/09/08, 20:27  
Blogger salsadisapa ha detto:

pochi sono i dolci superiori, nel gusto, a quelli a base di mele! torta favolosa :)

18/09/08, 10:13  
Blogger Scribacchini ha detto:

Grazie a tutte! Magari potessi mettere le torte sul davanzale come Nonna Papera! Cosa scommettiamo che una gatta curiosa e forse anche un po' dispettosa farebbe scivolare giù il tutto? Vuuuum, scrack e splash sull'asfalto sotto casa :-(
Smack. Kat

18/09/08, 20:50  
Blogger Claudio ha detto:

Mmmmmm...buona...anche io l'ho provata a fare, anche se in un modo diverso (la ricetta me l'ha data un amico australiano)...ma mi è venuta lo stesso buona...
Se vuoi passare per il mio blog, e se vuoi ti posso aggiungere (anche io ho un blog culinario)....ciao...

19/09/08, 10:03  
Blogger enza ha detto:

avendo una quantità spropositata di latticello anche a me toccherà la torta di mele.
la vostra e una tazza di te ci starebbero benissimo in questa giornata quasi autunnale.

19/09/08, 10:13  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home