30 ottobre 2008

Naturalmente Valle d'Aosta


Questo il titolo scelto dall'Ufficio Promozione Produzioni Agroalimentari dell'Assessorato Agricoltura della nostra Regione per presentare la serie di "eventi" proposti al Salone del Gusto 2008. Quando, qualche mese fa, ci hanno chiesto di partecipare ad un tipo di comunicazione più soft e intimista di quanto si usi di solito in un "Salone" abbiamo accettato con curiosità e parecchio timore. Kat ha qualche problema a stare in mezzo alla folla e Remy patisce il caldo. L'ideale per quel tipo di situazione!!!
Perché abbiamo accettato? Perché ci piacciono le scommesse e più ancora le produzioni agroalimentari valdostane e il territorio dal quale nascono.


In cosa consistevano gli eventi? Un'alternanza di pranzi e degustazioni guidate, a gruppi di 15 persone per poterle mettere a loro agio, informare e ascoltare, in un ambiente il più possibile protetto. Da qui la "nicchia" che ricreava l'effetto protettivo delle montagne.
Chi erano gli ospiti? Giornalisti, blogger, operatori del settore, torinesi o di passaggio a Torino per il salone, più qualche "testimone" della realtà valdostana a parlare di questa realtà dall'interno. Perché, senza offesa, il più bravo dei PR, se non è del luogo, potrà fare ben poco per "tradurre" un territorio di cui non conosce la lingua madre.


Il menù? Sapeste quanto abbiamo discusso nella breve fase di preparazione finale!
Partendo anche solo dalle quattro Dop valdostane (Fontina, Fromadzo, Lardo d'Arnad, Jambon de Bosses), ci si poteva già sbizzarrire parecchio. E invece ci siamo accorti di essere tutti d'accordo per proporre i sapori "in purezza". Remy vi ha già dato una prima idea ma non vi ha raccontato il prologo del pranzo e, secondo me, la vera trovata degli organizzatori stava proprio lì.


Non solo hanno raccolto, previa autorizzazione della forestale, i più diversi fiori presenti nell'erba di cui le nostre bovine si nutrono durante la stagione d'alpeggio nutrendo di profumi il loro latte, ma hanno fatto partire ogni giorno da una stalla dei dintorni di Aosta il latte appena munto da far annusare e assaggiare agli ospiti.


E mentre questi annusavano e già iniziavano a rilassarsi e sognare, Roberto raccontava. Non voglio svelarvi come e cosa, augurandovi di poter partecipare anche voi un giorno ad una degustazione accompagnata dai suoi appassionati racconti.
Come lo chef Antonio Salvatore prepari il Filetto di bovino adulto in crosta d'erbe che ha lasciato a bocca aperta tutti i commensali vi ha già detto Remy. Qualcuno l'ha anche mirabilmente fotografato... Io vorrei tornare alla Fontina proposta come antipasto (come era tradizione fino ad una quarantina di anni fa) e in quattro consistenze (un'idea decisamente seducente dello chef Agostino Buillas del Café Quinson di Morgex). Ovviamente più la Fontina è buona e più grande sarà il piacere.


Va consumata in quest'ordine :
-Fonduta (senza uovo per gustarne il sapore in assoluta purezza) servita in una scodellina ricavata da una mezza patata di montagna
- Spuma (la fonduta lasciata freddare quindi montata perché, come insegna Antonio "in cucina si vive benissimo anche senza sifone";-)
- Solida (a temperatura ambiente se questa non è troppo calda) da annusare e palpeggiare prima di addentarla
- Cialda (sottili fette di fontina tagliate con un copapasta tondo quindi infornate su carta forno senza lasciarle tostare troppo)


E qui mi fermo... decidete voi se devo continuare ;-)

Kat

Etichette: ,

13Commenti:

Blogger Alex e Mari ha detto:

Ti prego continua. Quanto avrei voluto avere un piccolissimo posticino a quella bella tavola rotonda.
Un bacio
Alex

30/10/08, 09:33  
Blogger Fra ha detto:

Si continua è veramente affascinante leggere quello che scrivi della regione in cui abiti e della vostra esperienza al salore
Un abbraccio
Fra

30/10/08, 09:49  
Blogger cuochetta ha detto:

Ho avuto l'onore di essere vostra ospite, e perciò questo racconto ha un che di familiare... ma voglio anche io che continui... ;o)

30/10/08, 15:19  
Anonymous Uvetta ha detto:

Ho avuto lo stesso onore e piacere anche io e partecipare è stato come scoprire per l'ennesima volta che sono i sapori in purezza quelli più appaganti, e che certi ingredienti non necessitano di nessuna stravagante manipolazione. Fantastica la spuma di fontina, direi indimenticabile! Grazie Kat, continua pure :-)

30/10/08, 18:23  
Blogger twostella il giardino dei ciliegi ha detto:

Continuiamo pure a sfogliare l'album dei ricordi, cartolina vivida di tradizione e cultura!
p.s. come si ringrazia in patois?

30/10/08, 20:26  
Blogger Scribacchini ha detto:

Come sapete eravamo ospiti anche noi ;-) E insieme voi diciamo "Bien merci" che in patois sta per mille grazie.
Kat e Remy

30/10/08, 22:06  
Blogger Gunther ha detto:

trovo che sia un modo corretto per fare promozione dei prodotti del territorio, feci una cosa simile tre anni fa per la Filiera Agroalimentare Trentina è il modo migliore per fare percepire che il prodotto arriva da lì, perchè solo dirlo non basta,non rende l'idea, complimenti

31/10/08, 12:00  
Blogger Scribacchini ha detto:

Ciao Gunther, ci sei mancato.
Ho voluto evitare il name dropping ma tu probabilmente riconoscerai quel distinto signore grande "allevatore di formaggi" che torce e annusa la Fontina...
Un abbraccio. Kat

31/10/08, 14:06  
Blogger Val ha detto:

Molto interessante, continuate pure a raccontare questa vostra esperienza, ho letto tutto ciò che avete scritto prima e ora attendo la nuova puntata! Un saluto, Val

31/10/08, 14:42  
Anonymous Anonimo ha detto:

Continua, continua!!! Il condimento migliore è sicuramente l'entusiasmo che - in questo caso - mi pare proprio che non manchi!
Christel

31/10/08, 16:19  
Blogger cannella ha detto:

E ce lo chiedi??
Continua, dài!!!!

31/10/08, 19:42  
Blogger Giovanna ha detto:

si dai continua... facci gustare un po di valle d'aosta almeno virtualmente in attesa di conoscerla e amarla (sono sicura che sarà così) realmente. Baci

01/11/08, 17:36  
Blogger graziella ha detto:

OK! Della fontina ho già quasi sentito il gusto!
Fammi gustare anche il resto del pranzo!
Continua! Grazie!

02/11/08, 20:16  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home