31 dicembre 2005

Appello per Capodanno

Vi prego, fermatevi solo un attimo a leggere. Ma vi avverto che la lettura non è affatto piacevole: se preferite, limitatevi al titolo in tutto maiuscolo e credete che la richiesta è ben motivata.

Ringrazio tutti coloro che vorranno spegnere i fuochi e accendere i cuori!
"chi ama gli animali non usa i botti"

Copincollo da Il Blog Peloso

FESTEGGIAMO IL CAPODANNO SENZA BOTTI!

da LAC Lega Abolizione Caccia - Sezione del Veneto

I FUOCHI ARTIFICIALI RAPPRESENTANO UN GRAVE PERICOLO PER GLI UCCELLI E GLI ANIMALI DOMESTICI.
OGNI ANNO MUOIONO A CAUSA DEI BOTTI DI CAPODANNO MIGLIAIA DI ANIMALI

La LAC Lega per l’Abolizione della Caccia – Sezione del Veneto lancia un appello a tutti i cittadini sensibili che amano la natura e gli animali perché non utilizzino i botti per festeggiare l’arrivo del nuovo anno.
Lo scoppio di un petardo o di un fuoco artificiale in piena notte, ma pure di giorno, causa agli animali danni che nemmeno possiamo immaginare.
Negli uccelli un botto causa uno spavento tale che li induce a fuggire dai dormitori, volando al buio anche per chilometri, andando a morire sfracellati addosso a qualche muro, albero o filo elettrico; quelli che riescono ad atterrare o a posarsi in qualche albero spesso muoiono assiderati a causa delle rigide temperature ed alla mancanza di un riparo dalla brina e dalle intemperie.
Nei gatti, e soprattutto nei cani, un botto crea forte stress e spavento tali da indurli a fuggire dai propri giardini e recinti per scappare dal rumore a loro insopportabile, finendo spesso vittime del traffico o di ostacoli non visibili al buio.
Negli animali di allevamento, con particolare riferimento a mucche e conigli, le conseguenze delle esplosioni possono provocare nelle femmine gravide addirittura l’aborto da paura.
Quindi chi ama gli animali non usa i botti.
Non va dimenticato che i Carabinieri e la Polizia di Stato possono applicare nei confronti di tutti un articolo del codice penale, il 703, purtroppo dimenticato da molti ma comunque in vigore, che recita: “Chiunque, senza la licenza dell’Autorità, in un luogo abitato o nelle sue adiacenze, o lungo una pubblica via o in direzione di essa (… omissis …) accende fuochi d’artificio, o lancia razzi (… omissis…), o in genere, fa accensioni o esplosioni pericolose, è punito con l’ammenda fino a lire 200.000, se il fatto è commesso in un luogo ove sia adunanza o concorso di persone, la pena è dell’arresto fino a un mese.”
Andrea Zanoni, Presidente della LAC del Veneto, ha dichiarato: “Chi ama gli animali non usa i botti. Chi festeggia con i botti spesso inconsapevolmente è colpevole ogni anno della morte, dopo atroci sofferenze, di migliaia di animali per stress, spavento, ferite mortali, assideramento. Ci appelliamo a tutte le persone sensibili che amano la natura e gli animali perché non utilizzino i botti e soprattutto si adoperino per fare in modo di bloccare questa pratica ad ignari parenti ed amici.
In questo modo eviteremo una strage silenziosa e centinaia di interventi dei Vigili del Fuoco chiamati ogni anno per recuperare cani e gatti terrorizzati rifugiati nei posti più impensabili”.

AIUTACI E INFORMA:
manda questo comunicato ad amici, conoscenti, associazioni, parenti.

Postato da Patt

13Commenti:

Anonymous Kat ha detto:

A conferma di quanto copincolli, Patti, noi che a Capodanno ci chiudiamo in casa da anni per un romantico e goloso tête à tête finiamo col passare parte della notte a cercare di calmare le ragatte terrorizzate dai botti
;-( E se cercare di proteggere le "bestie" salvasse anche qualche occhio e due o tre falange, ben venga.

28/12/05, 22:54  
Anonymous Patt ha detto:

Già, anch'io passo la notte a consolare i mici terrorizzati, col cuore gonfio di pena per le bestiole che vivono fuori. Se i forzati dei botti guardasseto negli occhi un animale che sta letteralmente morendo di spavento, forse capirebbero la stupidità di quel che fanno.
:-(

28/12/05, 23:32  
Anonymous Anonimo ha detto:

Pratica odiosa e insopportabile, vero.
Mandiamo.
Ciao
Lorenzo di Pianogrillo

29/12/05, 08:36  
Anonymous gennarino ha detto:

Ho un altro appello, della lav, per contribuire a scongiurare una cosa ancora piu' tremenda, relativo agli animali da pelliccia. E' roba da mal di stomaco... dite che lo pubblico o aspettiamo per non appesantire troppo l'atmosfera?

29/12/05, 10:15  
Anonymous Kat ha detto:

Trucchetto professionale: diluire, non per evitare di appesantire, ma per attirare l'attenzione su una cosa per volta. Che dite ?

29/12/05, 10:39  
Anonymous gennarino ha detto:

ok, ve lo mando in privato oggi, cosi' sapete di che cosa si tratta.
gen

29/12/05, 11:41  
Anonymous Marì ha detto:

Copinviato a un tot di persone. Non vivendo il problema in prima persona non mi ero mai resa conto di quanto fosse grave (anche se i botti non mi piacciono comunque).
Grazie, baci! Marì
PS Per favore, scrivetelo già nelle prime righe, che è roba da mal di stomaco, e segnalate come prima cosa l'imperativo (cosa NON comprare, o controllare, o pretendere...) Lasciando i dettagli truculenti nel seguito, gli struzzi come me possono prendere i vostri stessi provvedimenti per combattere l'orrore, ma magari scegliere di non sapere proprio tutto...

29/12/05, 17:05  
Anonymous Anonimo ha detto:

Hai perfettamente ragione, Marì! Scusa. Ora provvedo a correggere, grazie per avermelo ricordato, è una cosa che io per prima gradisco.
Un abbraccio.

29/12/05, 20:31  
Anonymous Marì ha detto:

Patt, guarda che non era affatto una critica a quanto avevi scritto... la faccenda dei botti è triste ma non agghiacciante... Parlavo più che altro pensando a quanto accennato da Gennarino (a volte leggo cose che non mi si cancellano mai più dalla mente e mi si ripropongono prima di dormire come un film horror proiettato sotto le palpebre)
Baci!

30/12/05, 08:14  
Anonymous gennarino ha detto:

Non preoccuparti, avendo affidato il tutto alla sensibilita' di karemy, siamo tranquilli. :D

30/12/05, 14:11  
Anonymous Patt ha detto:

Marì, quel che succede a te succede anche a me. Cose viste o lette o sentite anche anni fa che tornano sempre. A volte mi piacerebbe essere insensibile.
'ciottoni
(stavolta forse mi ricordo di "firmare"!) :-)

30/12/05, 21:24  
Blogger cannella ha detto:

Non ci posso credere che ci sia questa iniziativa e che venga proprio dalla LAC della mia terra! La faccio girare a velocità supersonica!

31/12/05, 00:00  
Anonymous Patt ha detto:

Alcuni suggerimenti postati da Valeria su Cooker.net:
[http://www.cooker.net/forum/9C442AA33D0E3318862570E60077D536
1)agire sui commercianti, più sensibili al mercato, e richiedere espressamente fuochi assolutamente non rumorosi; poi, magari, dopo aver fatto tirare fuori tutto il negozio, non comprare nulla perché si dichiara di non fidarsi comunque, e di non gradire il rumore.
Se il commerciante si stressa, l'anno dopo aumenta gli acquisti di giochi pirotecnici "silenziosi"; e per i clienti presenti è un bene, perché spesso le persone non imprimono un cambiamento se non hanno esempi da imitare
2)denunciare, fare esposti, nomi, cognomi e se capita fotografie, ma dare del filo da torcere a vandali, gente che si diverte a far scattare allarmi di negozi, che butta ordigni vari dentro ingressi di case, nei gruppi di persone.....
3) fare pressione sui sindaci, telefonare, mandare lettere agli URP ( uffici relazioni col pubblico) del proprio comune, chiedendo al sindaco perché non fa anche lui come il collega di Venezia, e minacciare di non votarlo.
(poi, mantenere!)]
E ancora:
[http://www.cooker.net/forum/CC0FE0368C32965D862570E600789B95
...un modo ci sarebbe: striscioni da stadio alle finestre:
Botti=incivil
Qualcuno li farebbe con maggior gusto, ma susciterebbe reazioni più sfavorevoli.
Ci vorrebbe una mobilitazione ...
se l'abitudine si diffondesse un po', Tg e giornali farebbero subito rimbalzare la cosa su piani più vasti....
Importante anche il modo: in Italia non si possono toccare gli interessi di nessun comparto economico, quale che sia: c'è subito la sollevazione. Guai a dire "Non vendete più... xY...". Bisogna dire: "Compreremmo più giochi pirotecnici se fossero assolutamente solo visivi e non rumorosi]
Grazie Valeria.

31/12/05, 07:08  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home