01 settembre 2007

Il Tempo delle Provviste


Ci hanno regalato un'intera cesta di susine, le migliori mai mangiate. Troppo grandi per sterilizzarle intere, ne avrei messe si e no 6 per vasetto. Troppo buone per farne marmellata, persino quella appena dolce (25 per cento di zucchero + sterilizzazione dei vasetti) che faccio di solito. Soprattutto troppo buone per non farsi venire il mal di pancia se rimanevano a portata di mano. Così le ho messe in congelatore per dolci e torte future.
Una volta lavate e asciugate le ho aperte in due e snocciolate e mescolate in una bacinella dove avevo versato 100 gr di zucchero e il succo di un limone (per due vassoi di mezze prugne, circa 2 chili). Una volta ben avvolte in questa "bagna", le ho sistemate sui vassoi coperti di carta forno, senza aspettare troppo sennò iniziano a rilasciare sugo. Ho messo il congelatore al massimo e appena saranno ben "freezate" le porzionerò in sacchetti ben chiusi.


E mentre scriverò la data di scadenza sui sacchetti (10 mesi) so già che mi tornerà in mente una cosa letta di recente che spiega perché, pur partendo da prodotti eccellenti, otteniamo risultati spesso meno soddisfacenti e soprattutto meno durevoli dei surgelati industriali : noi congeliano (-20 °, per ben che vada) quando l'industria surgela (-40°, con aria pulsata). Tutto sta proprio nella rapidità con cui il freddo "freeza" l'alimento.
Kat

Etichette:

4Commenti:

Blogger Alex e Mari ha detto:

Toh, volevo appena proporvi il Zwetschgenkuchen, clicco sul link e trovo la mia ricetta :-)) Non ho mai provato a congelare le prugne, ma è un'ottima idea! Grazie per i suggerimenti. Ora devo solo fare spazio in freezer! Buon fine settimana, Alex

01/09/07, 07:52  
Anonymous paola dei gatti ha detto:

sono golosa di susine, soprattutto quelle piccol come olive e gialle...ma nil mio intestino non le tollera (come non tollera la maggor parte della frutta e della verdura, salvo aggrumi, more, lamponi, ribes qualche pesca, ciliegie fragole, qualche albicocca, qualche caco, tutto rigoroamenre acerbo! e poi spinaci, zucchine valerianella lattuga e cicoria!

01/09/07, 18:06  
Blogger Gourmet ha detto:

Kattttt!!!! Lo avevo studiato al corso di somministrazione bevande e alimenti... sai quante cose ho imparato??? ;)
Questi frutti sono bellissimi immagino solo il sAapore e la succulenza!
;o)

03/09/07, 23:12  
Blogger Scribacchini ha detto:

Alex, pensa che il nome in francese di queste susine è Quetsche, un storpiatura di Zwetschgen.
Paola,sono anni che ho un dubbio, cachi non è invariabile? Un cachi, due cachi?
Sandra, succulenza è proprio la parola giusta.
Kat

03/09/07, 23:19  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home