17 marzo 2008

Siamo tristi, tanto tristi

Immagine presa da: Orientalia4all


"Ancora una volta sono i monaci buddisti ad essere, con la pacifica determinazione che li contraddistingue, i protagonisti di un movimento per la libertà e i diritti umani. E loro a pagarne le più dolorose conseguenze".
Walter Veltroni

Siamo tristi, tanto tristi, ancora più tristi pensando agli enormi interessi economici in gioco che, temiamo, faranno si che ancora una volta, la comunità internazionale si distragga.

Pechino fermati!

Riceviamo alle 15 e ben volentieri ci associamo, la preghiera non è dei soli credenti, è una pratica che incanala l'energia e rende forti e perlomeno meno soli:

"I lama chiedono di far girare questa mail fra tutti i buddisti e sostenitori, perchè vengano recitati 1000 mantra OM MANI PEME HUNG che si pronuncia OM MANI PADME HUM . Fate girare questa mail fra tutti coloro che credono in Dio (non importa quale) e nella libertà religiosa e di pensiero."


Già che si trova, il governo cinese, in occasione delle olimpiadi, sta facendo fuori anche un po' di randagi. (Petizione)

Etichette:

6Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto:

Già, qualcosa dobbiamo fare noi, perché "loro", in nome della globalizzazione e degli interessi commerciali, non faranno niente.
:(((
Baci agli orsi valdostani.
Claudia

17/03/08, 09:37  
Anonymous Geillis ha detto:

Questa storia mi indigna veramente, così come il trattamento riservato al Dalai Lama dalle istituzioni italiane, per non turbare i rapporti con la Cina...queste Olimpiadi sarebbero da boicottare, ma siccome gli interessi economici sono più forti dell'indignazioni, nessuno lo proporrà...che tristezza...

17/03/08, 10:38  
Blogger berso ha detto:

concordo con Geillis, le istituzioni sono subdole. Farei come il detentore del record della maratona, ritiratosi per l'eccessivo inquinamento di Pechino; in questo caso, ovviamente, il motivo sarebbe un altro.

ah, Remy, belle foto sotto....

17/03/08, 15:13  
Blogger JAJO ha detto:

Purtroppo le prime vere "Olimpiadi economiche" della storia sono alle porte: fin'ora avevano comunque prevalso (anche da Atlanta in poi) gli interessi sportivi...
Ora tutti fanno pressioni verso il Comitato Olimpico Internazionale e tutti i comitati nazionali affinchè NON boicottino le olimpiadi! Io non ci penserei due minuti a farlo e, per quando posso, non le vedrò in TV ! Tristezza !!!!!!!!!

17/03/08, 15:23  
Blogger ziamaina ha detto:

Premetto che non seguo nessuno sport in particolare, quindi, non guardare le Olimpiadi non sarà un grande sforzo per me; ma quando giorni fa ho sentito del "riaggravarsi" della questione tibetana, ho pensato subito anche allo schifoso modo di liberarsi degli "scomodi felini", di cui già avevo letto sul sito dell'Oipa tempo fa, con cui l'illuminato governo cinese aveva pensato di risolvere il problema.
Ed ho concluso, con molta, molta amarezza, che da un governo che non rispetta la vita, la dignità e la libertà degli individui, non ci si può certo aspettare profondità d'animo e larghezza di vedute, men che meno nei confronti degli animali, ritenuti inferiori.
Dubito, e mi si perdoni lo sconforto, che una petizione, anche a livello mondiale, riesca a far desistere da un proposito tanto crudele e abominevole, ma darò volentieri la mia adesione alle iniziative del caso.

17/03/08, 20:45  
Blogger Gracianne ha detto:

Quelle que soit l'utilite finale de ces petitions, avons nous le droit de rester sans rien faire et d'ignorer?

28/03/08, 09:08  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home