21 luglio 2008

Un po' genovese un po' scozzese

Quando si parla di zucchine o fagiolini, una delle specialità dell'orto è di "consegnarle" sempre tutte insieme, valanghe delle une e degli altri. Un po' si regalano ad amici, colleghi e vicini , sempre che non abbiano, cosa frequente da queste parti, anche loro un orticello che sforna inverosimili quantità quotidiane di zucchine e fagiolini, che se ti distrai diventano bazooka e tronchetti. Con i "tronchetti", ma volendo anche con qualche bazooka, la nonna Fannie, che aveva avuto a sua volta una nonna ligure, mi ha insegnato, ormai secoli or sono, a fare il classico tortino (o polpettone) di verdure, ma si, quello che prevede due terzi di fagiolini e un terzo di patate.
Solo che, quel giorno, (uno degli ultimi della licenza matrimoniale ;-) ero rimasta senza patate e senza la benché minima voglia di andare a comprarle. Era giunta l'ora di fare una prova mille volte rinviata, mettere dei fiocchi di cereali al posto delle patate, fiocchi d'avena in questo caso. Al massimo, se proprio veniva una schifida schifezza collosa, potevamo sempre uscire a pranzare con un mega gelato!
E invece è buonissimo e sopporta persino meglio di essere preparato il giorno prima.

L'ho fatto con :
- un chilo circa di fagiolinoni
- 150 g di fiocchi d'avena
- 2 o 3 uova, secondo il calibro
- un pugnetto di funghi secchi
- un bel pizzicone di maggiorana secca o tre rametti di maggiorana fresca
- un cipollotto
- parmigiano a piacere
- pan grattato
- olio e.v.o

L'ho fatto così :
Mentre i fagiolini cuocevano in un pentolone d'acqua salata (quelli un po' grossi impiegano anche 20 minuti) ho fatto ammorbidire la cipolla in olio evo a fuoco dolce in una padella, ho aggiunto i funghi ammollati e tritati e dopo un po' la loro acqua d'ammollo (lasciando ovviamente da parte l'eventuale sabbiolina del fondo). Quando i funghi mi sono sembrati quasi cotti ho aggiunto i fiocchi d'avena e un paio di mestoli di acqua di cottura dei fagiolini. Cinque minuti su fuoco dolce, mescolando ogni tanto, il tempo che assorbano bene l'acqua. Quindi ho scolato e passato i fagiolini col passa verdura aggiungendo il passato in padella. Tradizione vuole che, aggiunta la maggiorana, si faccia insaporire il tutto qualche minuto sul fuoco. Quindi si lascia intiepidire prima di aggiungere le uova sbattute e metà del parmigiano. L'altra metà si mescola col pan grattato e servirà a cospargere il tortino. Se il parmigiano non basta a salare a vostro gusto, aggiustate di sale. Ungete bene d'olio una teglia grande, una volta in teglia il composto deve essere spesso al massimo due dita, livellate, cospargete della miscela parmigiano/pangrattato, aggiungete qualche ghirigoro d'olio infornate in forno già caldo a 180° per 45 minuti. Se dovesse colorare troppo coprite con carta forno o alluminio.
Si gusta tiepido o freddo ma non troppo, magari con un insalata.

Sicuramente si possono usare altri fiocchi di cereali , purché non troppo grossi oppure parzialmente macinati, ma non posso garantire che la giusta proporzione sia la stessa.
Kat

Etichette: , ,

4Commenti:

Blogger twostella il giardino dei ciliegi ha detto:

La creatività suscitata dal frigo vuoto è una delle più potenti, e la felicità per l'ottimo traguardo è impareggiabile!

21/07/08, 09:05  
Blogger michela ha detto:

Che bella idea sostituire le patate con i cereali.
Quest'anno però ho pochi fagiolini per cui...me la tengo per tempi migliori.
Grazie
ciao

21/07/08, 17:24  
Blogger Sere ha detto:

WOW... che idea meravigliosa quella di sostituire i fiocchi alle patate! L'aspetto non è affatto male!!!

L'ho postato anche io il polpettone genovese... troppo buonisssssssssssssimo!

22/07/08, 14:37  
Anonymous Anonimo ha detto:

Le verdure che invogliano al mangiarsi...Buono!

Complimenti bel Blog !
Volevo segnalarti un sito di Satira in Cucina:
http://www.cuochisispera.blogspot.com/

24/07/08, 20:03  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home