08 novembre 2006

Polenta e Tòcio


Ricetta collaudata da tempo. Inventata illo tempore da paparino, è apprezzata perfino dal Silenzioso, il che è tutto dire! ;-)
E la apprezza al punto che stavolta ha cucinato lui, visto che io di tempo non ne avevo proprio!
Io ci ho messo soltanto la polenta, morbida per raccogliere il sugo, il resto è opera sua.
La ricettina la copio uguale-uguale dal libricino di papà, ma confesso candidamente che qui la seguiamo solo nelle linee generali: tanto lui era preciso -contava, pesava, misurava- tanto io sono approssimativa e nasomètrica, e il mio pessimo esempio influenza chi mi sta intorno.
Voi? Seguite la vostra inclinazione: il risultato è garantito comunque!

Spezzatino alla Barbarossi

Ingredienti, per 4/5 porzioni

- per il macero:
1 kg di polpa di manzo
21 bacche di ginepro
42 grani di pepe nero
21 chiodi di garofano
6 cm di cannella in canna
6 foglie d'alloro
3 cucchiaini di semi di finocchio
6 cucchiaini di semi di coriandolo
1 litro di merlot o barbera

- per la cottura (oltre, ovviamente, alla carne)
una noce di burro
un cucchiaio di olio d'oliva extravergine
150 gr di pancetta affumicata
50 gr di cipolle (bianche o dorate)
2 grossi spicchi d'aglio
3 grosse carote
3 pugnetti di cime di sedano
3 pugnetti di prezzemolo
2 ombre (bicchieri) di vino bianco secco
1 dado
sale e pepe quanto basta

Preparazione

Togliere alla carne qualsiasi traccia di grasso e membrane varie, tagliarla a pezzetti grandi come un mezzo uovo e metterla a macero -in frigorifero- per tre giorni nel vino unitamente a tutte le spezie ed aromi indicati alla voce "per il macero".
Un paio di volte al giorno dare una rimescolata con un cucchiaio di legno.
In un tegame, con i condimenti indicati, soffriggere contemporaneamente la cipolla e la pancetta finemente tritate e l'aglio sbucciato ma intero.
Quando la cipolla comincia a cambiare colore, aggiungere le carote tagliate a dischetti dello spessore di una moneta. (Qui le tritiamo, sennò rimangono tutte al bordo del piatto!)
Soffriggere a fuoco lento e, quando la carota comincia a prendere colore, aggiungere il sedano e il prezzemolo tritati grossolanamente.
Quando comincia ad attaccare sul fondo aggiungere il vino bianco e togliere l'aglio che va gettato via.
Dopo alcuni minuti unire la carne scolata dal vino e ripulita dalle spezie eventualmente attaccatevisi (io risolvo in anticipo mettendo le spezie in una garza pulita e legata con spago da cucina: cedono l'aroma ma non bisogna diventar matti a staccarle dalla carne).
Setacciare il vino e gettare le spezie.
Ricoprire con il vino da macero, aggiungere il dado e cuocere a fuoco lento per almeno due ore e mezza.
Se il vino da macero dovesse evaporare tutto prima del tempo, aggiungere brodo non salato.
Dopo un paio d'ore di cottura regolare di sale e di pepe.
A cottura ultimata il liquido dovrà essere quasi completamente evaporato. (Non troppo, dico io, sennò dove tòcio la polenta?)

Patt

Etichette: , ,

10Commenti:

Blogger cybergatto ha detto:

ho appena avuto un mancamento....

>^^<

08/11/06, 11:27  
Blogger violacea ha detto:

leggevo e sentivo il profumo...ci sono tante spezie e l apancetta e insomma deve essere una cosa davvero meravigliosa. io penso che un giorno dovremo fare un mega raduno di blogger, ma per cucinare tutti insieme. sarebbe fantastico..io una proposta ce l'avrei, lo spazio pure, e anche un grande forno a legna!
baci

08/11/06, 11:53  
Anonymous Consy ha detto:

Devo assolutamente provarla :)

08/11/06, 12:17  
Blogger slowsnail ha detto:

Slowfood 23, la rivista italiana dell’associazione omonima, dedicherà un’ampia sezione al mondo dei blog enogastronomici, fra i quali troverai citato anche il tuo. A questo indirizzo (http://chiacchieredivinoecucina.blogspot.com/) potrai leggere in anteprima gli articoli (la rivista uscirà il 27 novembre) e commentarli.

08/11/06, 13:05  
Blogger annie&gaia ha detto:

oh mamma.. ma come faccio io ora?? mi sognerò questo piatto per i prossimi giorni.. uhmm.. che languorino!!

Annie

08/11/06, 18:37  
Anonymous Antonella ha detto:

WOW questa la faccio di sicuro!
Complimenti. Una piccola domada: la carne a macerare in frigo o fuori frigo?
Scusatemi se ho fatto una domanda sciocca.
Un grazie di esistere, mi allietate le giornate insieme a gennarino.
Antonella

12/11/06, 21:48  
Anonymous Patt ha detto:

Hai ragione, Antonella, non è specificato! Io macero in frigo, domani chiedo conferma a mamma poi correggo il post.
La domanda non è affatto sciocca, grazie per avermi fatto notare la mancanza! :-)

12/11/06, 22:41  
Anonymous Patt ha detto:

Grazie a tutte! :-)))

12/11/06, 22:42  
Anonymous Patt ha detto:

Ho chiesto lumi a mamma sul dove conservare la marinata: secondo lei non in frigo, ma comunque in luogo fresco. Prima di aggiornare il post, voglio chiedere il parere di chi ne sa di più. A presto, spero, con notizie certe!
:-)

13/11/06, 23:23  
Anonymous Patt ha detto:

Ricevuto conferma nientemeno che dall'Artificio! Marinare in frigo! Ora correggo il post, grazie!

14/11/06, 22:14  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home