04 febbraio 2008

L'abbiamo fatto nero


Cioè, veramente... nera ero io.
Ma come diavolo si fa a pulire una seppia senza rompere la sacca dell'inchiostro?
Con tutta la buona volontà, l'unica cosa che sono riuscita a fare è stato incatramare ben bene il lavello, le mie mani e il provvidenziale grembiule. Qualcuno mi sa indicare qualche video per pulitori di seppie troppo principianti?
Detto questo, usando una bustina di nero industriale qualcosa ho poi combinato.
Ho fatto a pezzi la mia bella seppiolona nera dopo averla spellata e maldestramente svuotata. Poi seguendo la più classica delle ricette ho fatto un soffritto di aglio, cipolla e prezzemolo nel quale ho fatto cuocere i pezzi di seppia bagnando prima con un bicchiere di vino bianco poi con brodo vegetale nel quale avevo stemperato la bustina di nero. Dopo 20 - 25 minuti, ho aggiunto il riso (il mio amato Vialone nano) e portato a cottura bagnando con fumetto di pesce home made. Mantecatura con olio evo e doverosa aggiunta di prezzemolo e olio piccante nel piatto.
Kat

Troppo buono! Speriamo che impieghi molto ad imparare, così lo rifà sovente :-)
Remy

Etichette: ,

16Commenti:

Blogger Lory ha detto:

Tra un mesetto torno sù,se vuoi porto anche un seppiona bella nera, così ti faccio vedere dal vivo ;-))
Un bacione anche da una coniglia incerottata ;-))

04/02/08, 07:51  
Blogger comidademama ha detto:

solidarietà assoluta!
anche io ho lottato con l'inchiostro

Ed ecco il video HOW TO HARVEST SQUID INK via you tube
http://www.youtube.com/watch?v=fY9izB2vLMk

04/02/08, 08:31  
Blogger Giovanna ha detto:

se vieni a LAmpedusa ti prometto che a furia di pulire seppie ti insegno a pulirle con gli occhi chiusi e senza rompere il sacchetto :)
Ps: non è una minaccia, ovviamente se venite non ti faccio pulire le seppie... le dovete solo andare a pescare!!! :)))

04/02/08, 10:52  
Blogger Giovanna ha detto:

arieccomi... sono andata a vedere il video consigliato da comida. Quello che pulisce la signora del video non è una seppia è un totano, e il nero di un totano o di un calamaro non è mai abbastanza per fare un risotto. Dalle seppie (se sono fresche) è facile asportare il sacchetto perchè è molto più pieno ed evidente. e anche più resistente e difficile da rompersi. L'unico problema è che se le seppie non sono fresche il nero si secca, diventa sabbioso e difficile da togliere. Prometto che se mi ritrovo a pulire le seppie ve le fotografo e faccio vedere. Buona giornata

04/02/08, 11:00  
Blogger salsadisapa ha detto:

ahahhh m'hai fatto ripensare alla mia prima volta nella pulitura di una seppia! c'ho messo tre ore per lavare me stessa, i vestiti e la cucina: da allora me le faccio pulire dal pesciajolo! :D

04/02/08, 11:17  
Anonymous Anonimo ha detto:

io non vorrei farmi un numero ma...siete di Aosta? se sì la cosa si fa ancor più interessante, ci si potrebbe addirittura incontrare per un vino, o no? In ogni caso, se anche no, questo blog mi piace assai...e questo risottino mi intriga!

Saluti e arance che volano ovunque,

Fra
www.falabrac.splinder.com

04/02/08, 14:40  
Blogger Cipolla ha detto:

Dio come mi piace il risotto al nero di seppia. Questo piatto vale la fatica che si fa per prepararlo. Anche io comunque non saprei da che parte incominciare! :/

Ciao.
Cip

04/02/08, 15:12  
Blogger Scribacchini ha detto:

Oh che bello ! Non speravo di ricevere così tanto appoggio. L'umore è tornato lindo quasi quanto il lavello ;-)
Allora... con i calamari ormai vado benone. Quella seppiolona invece era un primo incontro e, sempre ricordando che siamo ad Aosta e facendo quindi le debite proporzioni, doveva essere molto fresca. Direi fresca... di stampa ;-)
Grazie a tutte per la solidarietà e le lezioni a venire.
Un grattino dietro le orecchie alla coniglia.
Kat

04/02/08, 16:19  
Blogger comidademama ha detto:

cara giovanna
allora vengo anche io a lezione da te! Mi piacerebbe tantissimo.

Una domanda sulla differenza tra seppie e totani.
A parte la quantità di inchiostro le ghiandole che contengono l'inchiostro sono poi così differenti?
la tecnica che fa vedere la signora in you tube cambia molto a seconda dell'animale?

verrei in pellegrinaggio a Lampedusa anche adesso, anche in ginocchio, passando sull'Atlantico ^__^

04/02/08, 17:15  
Blogger CoCò ha detto:

Che forte mi avete fatto ridere con questo racconto, io non viposso aiutare col nero di seppia non ho un rapporto idilliaco purtroppo

04/02/08, 19:24  
Blogger anna ha detto:

Qualche anno fa ho provato a farlo e il risultato è stato quello di... cambiare immediatamente ricetta!!!
:-)

04/02/08, 19:52  
Blogger nini ha detto:

..ma che bel risotto..cercavo proprio una ricetta cosi!
Ho comperato del nero di sepia (in bustina..)e la prima volta che l'ho usato..disastro!!!
bacioni

05/02/08, 09:38  
Blogger miciapallina ha detto:

Sto ancora ridendo..... ma mi tengo da parte i ridacchiamaneti perchè GG dopo aver letto ha "bofonchiato" e che ci vuole??
Appena mi faccio coraggio e convinco la mia cucina ad accettare la sfida, compro la seppiona e (prometto) fotograferò l'impresa!
eheheheheheheh
oi oi oi..... se riesco a non smettere di ridacchiare!!!!
nasinasi

05/02/08, 10:14  
Blogger enza ha detto:

Ma come diavolo si fa a pulire una seppia senza rompere la sacca dell'inchiostro?


lo si fa fare al pescivendoloooo e il sacchetto si fa mettere in un bicchierino di plastica, così si fa...

05/02/08, 23:34  
Blogger Scribacchini ha detto:

Enza = la voce della saggezza ;-)

06/02/08, 13:35  
Anonymous Mrs. bee ha detto:

Peccato io non abbia registrato il sonoro dell'ultima volta che Cat ne ha pulita una......una cosa fra l'audio di un film horror e una sequela di parolacce mai sentita...giovanna, fai presto il video, bitte!
Come voi sapete, a casa Cat sporcare la cucina è un delitto punito con la morte, quindi, nel frattempo, se proprio, bustina....

07/02/08, 13:59  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home