28 gennaio 2009

Una sfida senza fine


Dopo aver provato con una ricetta poco credibile che avevo aggiustato un po'.
Dopo aver barato facendola con la pasta da pane... sono partito per il terzo tentativo con una ricetta dall'aspetto sicuramente tradizionale. Ha persino un poolish rinfrescato e 26 ore di preparazione (Graziella perdono) e invece ci sono troppi liquidi e io, con la neve e l'autobus da prendere per un appuntamento dall'osteopata che mi ero dimenticato, l'ho lasciata così com'era.
Buona è buona, anzi a me piace proprio ma la fougasse è un'altra cosa.
Ve la racconto lo stesso così se volete provare questa "roba focacciosa" che merita...

Il poolish:

Al mattino, sciogliere 5 g di lievito di birra liofilizzato (10 g se fresco) in 150 g di acqua. In un contenitore mettere 75 g di farina tipo "0" incorporarvi l'acqua e il lievito. Coprire con un panno umido e lasciar riposare 12 ore.

Il Rinfresco:

Alla sera, incorporare 75 g di farina tipo "0" e 100 g di acqua al poolish. Coprire con un panno e lasciare riposare 12 ore.


L'impasto:

Il giorno dopo, nell'impastatrice o in un'altra ciotola, mettere 500 g di farina tipo "0" 10 g di sale e 250 g d'acqua. Impastare e aggiungere due cucchiai d'olio evo poi il poolish. Lasciare impastare a lungo perché verra molto molle. Coprire e lasciare riposare 1 ora e mezza o 2.

La messa in forma (si fa per dire)

Sgonfiate l'impasto e aggiungetevi una manciata di olive snocciolate (io ho usato le taggiasche) e un paio di cucchiaini di origano secco. La ricetta dice di lavorarlo su una spianatoia ma è impossibile, meglio farlo nella ciotola. A questo punto, armati di pazienza ed una spatola, fatelo colate il più regolarmente possibile in una teglia antiaderente o foderata di carta forno. (io ho infarinato l'antiaderente per maggiore sicurezza). Fate riposare un oretta e infornate in forno preriscaldato a 240° per 6, 7 minuti. Poi abbassate a 210° per una mezz'oretta circa coprendola con carta forno se scurisce troppo.

Così, dopo 28 ore circa, avrete una focaccia che non assomiglia per niente a una fougasse :-(

Per la cronaca, io ci ho messo più tempo perché sono dovuto andare in città ma, dopo averla assaggiata e trovata molto buona, sono andato a palare un po' di neve tanto per far contenta la mia osteopata.

Remy

P.S. però ci riprovo e se volete farlo voi, togliete un 100 grammi d'acqua in ultima fase.

P.P.S. Fin'ora il sapore di queste sfide con la Fougasse è stato ottimo ;-) Kat

Etichette:

5Commenti:

Blogger Fra ha detto:

Amo le focacce e anche se questa non sarà l'originale fougasse mi intriga tantissimo! Aspetto i prossimi esperimenti
Un bacio
fra

28/01/09, 13:00  
Blogger cat ha detto:

orpa, l'unico problema rimane: e se tra tre giorni non c'ho più voglia di focaccia? ;O) ciao uomo focaccina, buone spalate! cat

28/01/09, 21:29  
Anonymous Mrs. Bee ha detto:

Che problema, eh?

29/01/09, 08:37  
Blogger Scribacchini ha detto:

Chiedo umilmente scusa, capisco che tra archinieri e avvocati la matematica...
12+
12+
02+
02+
01=
--
29:24= 1,....

Perchè dovresti aspettare ben 3 giorni?

Vabbe', adesso capisco perchè fai dei frettolosi biscotti, direbbe Barbalbero.
Ciao, Remy

29/01/09, 08:44  
Blogger cannella ha detto:

Io vedo la maturazione del poolish un po' corta...quando avrai aggiustato un po' di più il processo di elaborazione sarà andata via la neve e anche la focacia sarà pronta per portarmene un pezzo.Ti apsetto per marzo, cosí c'è anche la Graziella.
;-PPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPP

29/01/09, 19:27  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home