25 gennaio 2010

1010° Fiera di Sant'Orso


La leggenda narra che dall'anno 1000 in poi, il 30 e 31 Gennaio si sia tenuta ad Aosta la Fiera dei prodotti artigianali tipici e questo - a parte una breve interruzione durante la 2° guerra mondiale - tutti gli anni indipendentemente dal tempo e dai governi.
Quest'anno, il calendario vuole che cada di Sabato e Domenica. Ci saranno come al solito centinaia di migliaia di visitatori (50-60 mila al giorno) ma vale il viaggio e qualche coda.
Il programma

Un tempo gli espositori non potevano rientrare a casa la sera e ritornare in fiera al mattino dopo con tutta la merce (le strade e i mezzi di locomozione erano ben diversi da oggi) allora si organizzavano per passare la notte di veglia con fuochi, calderoni di minestrone o vino speziato.
Anche questa tradizione è rimasta ma si è evoluta. La notte tra il 30 e il 31 c'è la Veillà (la veglia festosa che continua per tutta la notte con qualunque temperatura e dobbiamo dire che quando il termometro scende sotto i -10 non basta nemmeno il vin brulé per scaldarsi).
In ogni caso, noi, quest'anno saremo in giro insieme ai nostri amici Laripionpion che suoneranno da qualche parte nelle vie della fiera.
Buona fiera a tutti!

Etichette: ,

18Commenti:

Anonymous terry ha detto:

La fiera più vecchia che ci sia... una bellissima tradizione di sicuro!!!
ma voi state fuori tutta la notte a bere vin brulè???:)))
ciao a tutti!

25/01/10, 10:27  
Anonymous Mrs. Bee ha detto:

mammmmammmmia non starei fuori a meno dieci neanche immersa in un tino di vin brulè......vengo a fare un salto da Sant'Orso (Remy, ma sei proprio tu?) verso mezzogiorno, va bene?
tra l'altro, anche qua, stamattina, non era proprio meno dieci, ma eravamo sotto di sicuro....

ciao scriba

25/01/10, 10:45  
Anonymous Anonimo ha detto:

ma almeno adesso, si potrá comprare un tochettino di fontina...che mi é rimasta la voglia da questo settembre, quando mi avete categoricamente vietato l'acquisto perché fuori stagione ??? ;O))) Remy hai tirato fuori i mutandoni lunghi? catinincognito

25/01/10, 11:55  
Blogger Fra ha detto:

Peccato per la distanza deve essere una fiera davvero bellissima! Comunque non vedo l'ora di leggere cosa combinerete ;)
Bacioni e buona settimana
fra

25/01/10, 12:26  
Blogger Scribacchini ha detto:

Provo a dare un po' di risposte nel disodine.
- non non stiamo fuori tutta notte (ci sono le crotte (cantine :-)ma è un discorso troppo lungo da spiegare.
Si, adesso è il momento buono per la Fiontina se fai il bravo possiamo provere a farti assaggiare quella di Yves.
Signora Ape, non ho capito la domanda.
Per Fra e per tutti gli altri che sono troppo distanti provate a guardare uno scorcio della Fiera dell'anno scorso qui,qui.
Remy

25/01/10, 13:54  
Blogger Scribacchini ha detto:

Volevo dire qui
forse

25/01/10, 13:56  
Anonymous tepperella ha detto:

che belle le feste paesane con origini antichissime! l'idea del bagnetto nel tinozzo di vin brulè bollente però non è una brutta idea...chissà che non abbia anche qualche proprietà cosmetica, magari fa la pelle uno splendore....
buona fiera!!

25/01/10, 15:26  
Blogger annaferna ha detto:

e..... certo che di distante sono distante e parecchio.....oggi però ho mangiato la polenta con la fontina(sigh) che si trova da queste parti (mi vergogno un po' a chiamarla così!) e mi sono sentita vicina a voi e mi sono tornati in mente i bellissimi giorni trascorsi ad Aosta in vacanza tanti anni fa!
ciaoooooo

25/01/10, 16:33  
Blogger il sapore del verde ha detto:

Che bello, mi piacerebbe tanto poter venire... peccato sia tanto lontana. Neppure il freddo mi potrebbe fermare ma la distanza si... sbuffo un pò per il rammarico!
Deborah

25/01/10, 23:52  
Blogger Gunther ha detto:

accidenti la 1010 edizione non capita tutti i giorni, un saluto

26/01/10, 01:55  
Blogger Gambetto ha detto:

Leggevo con interesse e pensavo a quanto alcool fosse necessario per 'reggere' in generale ehehehehe
Scommetto che le caffetterie faranno affari d'oro il giorno dopo ahahah

26/01/10, 07:37  
Anonymous Mrs. Bee ha detto:

Rifaccio la domanda, signor Remy:
Ti hanno fatto santo e ti hanno dedicato una fiera?

26/01/10, 12:06  
Blogger Scribacchini ha detto:

L'orso Remy. Bee, non ci ero proprio arrivato, ormai sono andato :-)
Remy

26/01/10, 12:20  
Anonymous mrs. Bee ha detto:

Saranno i dieci sotto zero?o il vin brulè? o tutte quelle pulizie? o i vapori dello smalto rosa?

26/01/10, 16:18  
Blogger cannella ha detto:

Noi ci stiamo facendo un pensierino. Per venire, voglio dire. Lo specifico, casomai l'orso non mi capisse ;-PPP
Si potrebbe stare tutta la notte nel criptoportico forense!

Kat, avevi ragione, è arrivato il "Casamia" e non era nulla di speciale.
Tanti basi, orsi!

26/01/10, 17:48  
Blogger La Gaia Celiaca ha detto:

sapete che non conosco quasi per nulla la val d'aosta... ogni anno mi riprometto... il trentino dove ho le mie origini mi ricattura, e la val d'aosta aspetta l'anno successivo.

ma prima o poi...

28/01/10, 22:17  
Anonymous mrs. Bee ha detto:

...prima o poi bisogna andarci!
uno pensa: va beh, montagna è montagna, trentino o val d'aosta... invece, quando arrivi, dopo tre minuti ti rendi conto che è tutto diversissimo! provare per credere!

29/01/10, 09:36  
Blogger vince ha detto:

sono sempre io vincent .
nel caso non fosse arrivato l altro commento ma non sono molto pratico con il mac .al limite chiedo personalmente al mago dei computer remy ciao

30/01/10, 21:19  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home