10 novembre 2010

Metti un finocchio a cena... Buon appetito Mr B.!


A casa nostra i finocchi sono sempre graditi.
Siamo, da sempre (e speriamo per sempre, sia mai che invecchiando si rincitrullisca) rispettosi di quello che gli altri scelgono di fare delle proprie mutande e delle altrui diversità di ogni tipo.
In compenso siamo mooooolto puritani riguardo all'uso che viene fatto del potere e del denaro. Per non parlare delle regole democratiche!
Aderiamo quindi con slancio a questa  iniziativa contro l'omofobia. Anzi, aderiamo con gusto e persino con allegria, l'allegria che  nasce dall'aver condiviso una risata con gli amici e i parenti d'oltralpe. Di solito, quando parliamo di quanto succede in Italia, ridono di noi.  Oppure, mossi a pietà, tacciono.  Parlando di questa iniziativa hanno riso con noi. Tutta un'altra musica!

Abbiamo messo insieme un accenno di menù, ovviamente nello stile CdC che lascia davvero poco spazio all'apparenza per concentrarsi sull'armonia dei sapori e la sostanza.      


L'antipasto potrebbe essere un freschissimo finocchio in insalata. Ben lavato, sgrondato e affettato sottilissimo, verrà condito con un ottimo olio e.v.o. e abbondante gomasio, ovvero il "sale di sesamo" di macrobiotica memoria . E' un condimento di facilissima preparazione.
Basta tostare in un padellino asciutto dei semi di sesamo e qualche grano di sale grosso.
Le proporzioni dipendono dai vostri gusti.  Farsi il gomasio a casa consente di usare molto meno sale  rispetto alla maggior parte delle preparzioni che si trovano in commercio.
Una volta freddi semi e sale si frantumano finemente nel mixer quindi si ripongono in un contenitore ermetico, magari in frigo. Meglio prepararne poco per volta, rimane più fragrante. Con i finocchi va davvero a nozze.


Potremmo  quindi portare in tavola un piatto unico lievemente piccante dove i finocchi si accompagnano a zenzero e coriandolo per  avvolgere in un fascinoso  mix di sapori uno spezzatino di pollo.
La ricetta originale, trovata nel comparto cucina di Larousse.fr, prevede l'uso di petti di pollo. Sicuramente risulteranno più presentabili ma saranno altrettanto morbidi e gustosi ?
I pezzi prescelti vanno adagiati in pentola, meglio una cocotte e meglio ancora una tajine, e coperti con il trito di verdure pazientemente catturato dal fotografo di casa.
Per 4 persone servono :
- 250 g di finocchi  tagliati a dadini (andranno benissimo anche le falde esterne se belle fresche e private dei fili) 
- 120 g di cipolla tritata grossolanamente 
- 10 g d'aglio tritato fine fine
- un mazzetto di coriandolo tritato come capita
- 30-40 g di zenzero fresco gratuggiato (secondo noi, per evitare che prevalga sugli altri aromi ne  bastano 30 g)
- sale e pepe

Annusare questi aromi che già a crudo si armonizzano con brio mette subito di buon umore !
Non resta che aggiungere in pentola  20 cl d'olio e.v.o e altrettanta acqua, smuovere con un cucchiaio di legno, incoperchiare  e mettere  su  fuoco dolce per una quarantina di minuti o finché il pollo non si sarà "candito" nel condimento.
Se il sugo risultasse troppo liquido quando il pollo è cotto, meglio filtarlo e farlo restringere a parte per evitare di disfare la carne.  Se i finocchi sono molto teneri e preferite che siano visibili a fine cottura, aggiungeteli in pentola dopo una ventina di minuti.
A noi questo Pollo con finocchi e zenzero col suo abbondante sughetto color Pastis è piaciuto con un cuscus a grana media.


E il dessert ? Secondo noi ci starebbero bene i mitici fenugeti, micro confetti della tradizione genovese che nello zucchero avvolgono semi di finocchio.

Gradisca, Mr B.!

Kat e Remy

P.S.:  Qui, in coda al post di Gaia e qui, in coda al post di Norma l'elenco dei partecipanti alla cena ;-)

Etichette: ,

11Commenti:

Blogger Alessandra ha detto:

Bellissime tutte le ricette, troppo buone per B, mangiamocele noi che a lui ormai va bene giusto il semolino anche se vuol far vedere che e' ancora spavaldo!

Prima volta qui, ho trovato il link aderendo all'iniziativa del finocchio.

ciao
Alessandra

10/11/10, 07:03  
Anonymous Mrs. Bee ha detto:

questa quasi omonimia con l'omino mi mette di cattivo umore......

10/11/10, 09:10  
Blogger La Gaia Celiaca ha detto:

lo sapevo lo sapevo che era un menu tutto intero!
ma a leggerlo descritto mi commuovo lo stesso, siete stati favolosi, sono davvero grata!

e sono d'accordo, bisogna disintegrarlo con il sarcasmo
... una risata lo seppellirà
...
...
...
....

10/11/10, 09:48  
OpenID madama bavareisa ha detto:

io sto cercando di commentare da tutti....ma davvero ho qualche momento di commozione...!!:-)

10/11/10, 10:27  
Blogger Scribacchini ha detto:

No Mrs. Bee, non temere, la qualità del tuo italiano ti mette al riparo da ogni possibile confusione.
Remy

10/11/10, 17:44  
Blogger annaferna ha detto:

che bel post...cari vecchi amici di blog *_^!!!
bacibaci

10/11/10, 18:47  
Blogger Scribacchini ha detto:

Ci voleva questo per stanarmi!!!!
Peccato che me ne sono accorta in ritardo, me stordita!
Epperò applausi a Kat e Remy che continuano a governare questa navicella (anche se la ciurma qui presente ha ignominiosamente disertato) e che sfornano cose belle ma belle ma belle come questa!
La lacrimuccia m'è scappata e, confesso, anche una bella risata quando aprendo la pagina mi sono imbattuta nel banner finocchioso!
Applausi anche alla Gaia che ha lanciato l'iniziativa!
Bravi tutti!
:)))

Patt (si, son sempre mì!)

11/11/10, 21:52  
Blogger Paola dei gatti ha detto:

ottime ricette!
anche qui da noi gli affari privati restano affari privati, ma per gli affari pubblici siamo moooolto puritani!

12/11/10, 21:11  
Blogger Paola dei gatti ha detto:

per i gatti cuochi da me c'è in omaggio una staffetta felina dell'amicizia!

13/11/10, 18:33  
Blogger francesca ha detto:

Ecco il rossimo anno pianto finocchi! ho deciso!
francesca

14/11/10, 12:26  
Blogger lisa ha detto:

ricetta sperimentata: ieri sera ci siamo proprio leccati i baffi!!! grazie
lisa

27/01/11, 14:04  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home