18 dicembre 2005

Natale con la Zia!

Ma voi l’avete, vero, una vecchia zia? Di quelle tanto care, che a Natale non si può proprio non invitare? Beh, io ce l’ho e a Natale la invito sempre. Però … Dovete sapere che la cara zietta è vegetariana. Nulla di male in questo, anzi, ma complica un po’ la stesura del menù che deve accontentare esigenze e capricci vari di tutti i commensali. L’altr’anno non avevo davvero tempo di cucinare. Forse un giretto in internet mi avrebbe aiutato! E … sì, eccola l'idea: cuscus! No, non sono impazzita! Mi è parso l’uovo di Colombo: una base che ognuno poteva comporre da sè con le aggiunte più gradite. Da non sottovalutare, poi, il fatto che si può preparare tutto il giorno prima. Se anche voi avete una vecchia zia vegetariana e vi serve un'idea, ecco quel che ho preparato:


- ingredienti, in ordine sparso di apparizione:
(le dosi, mi spiace, sono derivate dall’estro del momento)

cuscus precotto
cipolla
melanzane
peperoni
zucchine
pomodorini ciliegia
ceci
passata di pomodoro
aglio (facoltativo)
prezzemolo
basilico
capperi
origano
olio e.v.o.
sale
pepe
harissa
uova


- preparazione:

Fate lessare “al dente” i ceci (oppure usate quelli in scatola), poi passateli in un tegame nel quale avrete preparato un soffritto con un filo d’olio e la cipolla tritata; fateli insaporire, quindi aggiungete la passata di pomodoro, acqua quanto basta per allungare parecchio il sugo che poi vi servirà per il cuscus; aggiustate di sale e tenete in caldo.
Fate rinvenire il cuscus secondo le istruzioni riportate sulla confezione e mischiateci una parte del sugo dei ceci. Lasciate riposare.
Fate grigliare zucchine, melanzane e peperoni, condite con sale, pepe e poco olio e tagliate tutto a pezzetti non troppo piccoli, senza però mescolare le verdure tra loro.
Tagliate a metà i pomodorini e disponeteli, col lato tagliato verso l’alto, in un tegame con un goccio d’olio, cospargeteli con l’origano, mettete il coperchio e fate cuocere per pochi istanti a fiamma alta; dovranno essere solo scottati e non disfarsi. Solo al momento di comporre il piatto potrete salarli, altrimenti si rovinerebbero.
Tritate assieme prezzemolo, basilico, capperi e, solo se piace a tutti, anche poco aglio; salate poco e aggiungete olio quanto basta per ottenere una salsa molto fluida.
Fate rassodare le uova e tagliatele a fettine con l’apposito aggeggio, magari più affilato del mio che me le ha tutte spiaccicate ;-)
Poco prima di andare in tavola, riscaldate il cuscus, i ceci e -brevemente- i pomodorini, mentre le verdure grigliate basterà siano a temperatura ambiente.
Ora prendete un grande piatto da portata e disponete al centro il cuscus, creando una montagnola con un avvallamento sulla cima, nella quale metterete i ceci con tutto il loro sugo e, sopra e a cadere sui fianchi, i pomodorini. Tutt’attorno disponete a mucchietti, alternando i colori, le verdure grigliate e infine decorate con le fettine di uovo sodo. In tavola avrete già preparato le scodelline con la salsa verde e l’harissa, oltre all’oliera e alla pepiera che poi ognuno userà a suo piacimento.

È un piatto completo, dato che contiene cereali, legumi e verdure. Se però non avete zie vegetariane, potete accompagnarlo anche a pezzi di carne; io preparo del petto di pollo a cubetti, rosolato in padella con olio e fettine di cipolla, poi lo faccio sfumare con un goccio di vino bianco secco e lascio cuocere con un mestolo di brodo e un cucchiaino di curry in polvere.
Patt

6Commenti:

Anonymous Remy ha detto:

mi sembra proprio adatto per Natale, evviva l'inventiva, l'originalità e la zia vegetariana.
Si ma...
e quest'anno?

18/12/05, 16:50  
Anonymous Patt ha detto:

Quest'anno pizzoccheri, quelli classici! E poi orzotto e poi ... ancora non so! :-)))
S-ciao!

18/12/05, 17:11  
Anonymous Marì(ber) ha detto:

... ma la zia non mangia nemmeno il pesce?! Eh lo so che avete detto che è vegetariana, ma un'amica mia con ciò intende dire soltanto che non mangia carne, per il pesce non si fa problemi...
Se così fosse volevo dare un piccolo apporto anch'io alla bella idea di Kat: contaminando contaminando... vedo benissimo col couscous anche un bel zimino di seppie... anzi, magari addirittura un ibrido tra lo zimino di seppie e quello di ceci!
Beh, visto che siete "foresti"
(ancorché molto preparati su cibi e buonezze varie), sarà meglio che delucidi...
In Liguria si definiscono "in zimino" quei piatti (generalmente di pesce o legumi) che vengono cucinati in umido con una gran quantità di bietole. Nella maggior parte delle ricette (ma non proprio in tutte) è presente una discreta quantità di funghi secchi, del concentrato di pomodoro, spesso una manciatina di pinoli. Non ho mai ben capito se gli zimini siano minestre o secondi, di fatto serviti in un ciotolino piccolo, accompagnati da una fetta di pane abbrustolito e strofinato con l'aglio, possono ben figurare come antipasto... ma eravamo partiti dal piatto unico con couscous, giusto?!
... passate le feste provo e vi racconto!

19/12/05, 09:24  
Anonymous Marì(ber) ha detto:

Patt, Patt, non Kat! Scià me scuse, siora Patt!

19/12/05, 09:28  
Blogger gli scribacchini ha detto:

Marina: ma non faresti prima a mandarci la ricetta via mail, magari corredata di foto.
Così la proviamo in coro seppure a distanza.
Ciao stellassa, Katy e Remy

19/12/05, 12:17  
Anonymous Patt ha detto:

Ma grassie, Stelassa! :-) La zia non mangia pesce, e, confesso, nemmeno io. Però altri in famiglia sì, quindi aspetto la ricetta! E le foto!
'ciotti

19/12/05, 18:14  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home