12 gennaio 2006

Mi è germogliato un ricordo


Quei semi lì spero non germoglino mai. Sono un regalo di un amica che mi conosce molto bene (merci,merci Christel) artisticamente incorniciati da mia sorella Anne (super cadeau de Noel, merci Nanette).
Però... mentre con Remy si cercava dove appendere quella delizia di quadretto nella nostra mansarda "senza muri", mi sono tornati in mente i miei primi passi in cucina. Mai visto una pentola, mai acceso un forno, mai cucinato qualcosa in compagnia della mamma (non starmi fra i piedi, vai a giocare) o della nonna (attenta Gioia che ti bruci, vai a giocare). In compenso, appena adolescente già aprivo le riviste dal fondo (le schede cucina di Elle erano già un istituzione) e ritagliavo ricette che, una buona dozzina di traslochi dopo, ancora mi accompagnano (seppur in sapiente disordine ;-) Cosa c'entra coi semi esotici del quadro? C'entra, c'entra.
Ripeto, in cucina non sapevo fare nulla. Ancora oggi molti gesti mi sono estranei. Per mancanza di pratica, dicono i più gentili. Per scarsa manualità, probabilmente. Andrò a fare uno stage da Mercotte, oppure mi presento da Gennarino munita di sacca poscia, poi ne riparliamo... Non sapevo cucinare nulla o quasi e, degli alimenti, sapevo pochissimo.
In compenso morivo di curiosità e mi facevano sognare i nomi delle spezie, dei vari legumi e cereali (e pensare che all'epoca ancora non si parlava né di fave tonka né di quinoa ;-) ed ero convinta di non poter cucinare una cosa se non avevo questo o quell'ingrediente strano all'ultima moda. Non sapevo sostituire con qualcosa di equivalente, magari più semplice, più tradizionale delle mia terra, pardon, delle mie terre. Non sapevo inventare perché non sapevo abbinare. Più di tutto, non sapevo fare senza. Senza quel prodotto allora reperibile solo in Francia quando ero in Italia e inversamente. Senza quella polverina magica che ad Aosta non vendevano ancora, quando da Torino mi esportarono qua. Ecco, ora credo di poter dire che so fare senza. Mi sa che ho imparato a cucinare.
Però... che belli quei semi incorniciati così! Kat

Etichette: ,

5Commenti:

Anonymous Patt ha detto:

Kara, ... che dire? Belli quei semini. E bella tu.
Strucotti.
:-)

12/01/06, 22:44  
Blogger Nadia ha detto:

wow, bel sito...complimenti.
anche le ricette sembrano davvero ottime. ce ne sono un paio che mi incuriosiscono e che credo proverò :D

12/01/06, 23:02  
Anonymous Marì ha detto:

... ma belli, i semi incorniciati!!! Se non trovi una parete per accoglierti, ricordati che potresti ricavarne un minitavolinetto, sul genere di quello di una certa Mariber, ma in versione decisamente più raffinata e chic...
Baci!

13/01/06, 08:45  
Anonymous Kat ha detto:

Bella idea, Marì. Suggerisco alla mia Nanette per il prossimo natale ;-) Bacio. K.

13/01/06, 09:12  
Blogger gli scribacchini ha detto:

Ciao Nadia, facci sapere, eh! Bella la galaverna attorno a casa tua ;-)

13/01/06, 11:21  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home