09 marzo 2006

La crema catalana












(foto da )
Chiarisco subito, non e' una mia ricetta. Sono anni che mi riprometto di provarla (ho persino il ferro per arroventare la superficie) ma poi mi passa di testa.
E' una ricetta datami tanto tempo fa da una gran bella persona incontrata passeggiando in rete: Pietro Stramba Badiale. E approfitto per lanciargli un abbraccio fortissimo, dato che e' un po' di tempo che non mi capita ne' di leggerlo ne' di incontrarlo.

Ecco la sua ricetta. Bellissima anche solo da leggere. Spero ti piaccia, Berso.
Gen.

"Ardisco di presentare di seguito la ricetta della crema catalana come la faccio io, dopo aver lungamente studiato in loco (facenda mica da ridere: sono ingrassato sette chili) e altrettanto lungamente sperimentato e affinato; mi e' stata data da un eccellente pasticciere catalano (IMHO il migliore della Penisola e forse dell'intera Europa occidentale) di Palamos ed e' confermata da Manuel Vazquez Montalban nel suo ormai introvabile e (da me) stracitato "Cocina catalana" .

Per sei persone:
1 litro di latte
6 tuorli d'uovo
200 grammi di zucchero (piu' quello necessario alla copertura)
50 grammi di maizena
la buccia (intera) di un limone
una stecca di cannella
6 violette candite (opzionali).

Si mette sul fuoco il latte con la buccia del limone e la stecca di cannella. Quando arriva quasi a ebollizione, lo si cola in una terrina e lo si lascia raffreddare, mescolando di tanto in tanto per evitare l'affioramento della panna. In un'altra terrina si montano i tuorli con lo zucchero.
Quando il latte e' freddo, si mette quasi tutto in una casseruola (non d'acciaio a doppio fondo), tenendone da parte una tazzina nella quale si scioglie la maizena. Si versa nella casseruola i tuorli montati con lo zucchero, si mette a fuoco bassissimo e si mescola in continuazione.
Appena la crema comincia ad addensare un pochino, si aggiunge la tazzina di latte con maizena versando a filo senza smettere di mescolare. Si continua poi a mescolare (ci vuole almeno un quarto d'ora) senza far mai giungere a bollore fino a quando la crema, da bianca che era, diventa gialla e densa.
A questo punto la crema e' pronta. Si versa in coppette individuali (basse e larghe), si pareggia e si lascia raffreddare. Una volta fredde, si mettono in frigo qualche ora. Per completare l'opera, bisogna guarnire con zucchero bruciato con un apposito attrezzo, il "ferro per cremar", in pratica un disco di ghisa con un lungo manico che si fa arroventare sul fuoco per una mezz'ora.
Si procede cosi': una volta ben arroventato il ferro, si cosparge sulla crema uno straterello sottile di zucchero, ci si appoggia sopra delicatamente il ferro: ne sortira' una gran nuvola di fumo, e il risultato sara' un disco di zucchero bruciato e tiepido che contrasta con il freddo della crema.
A conclusione del tutto, appoggio al centro del disco una violetta candita (quando le ho), che conferisce un delicato tocco profumato.

Nota: l'Institut Catala' del Vi consiglia, a dispetto del proprio nome, di accompagnare la crema catalana solo con acqua.

Varianti: e' attestato, in talune zone di Catalunya, l'uso di buccia d'arancia al posto di quella di limone e di semi di finocchio insieme o al posto della cannella."

Etichette:

13Commenti:

Anonymous Kat ha detto:

Oh mammmmmmmma mammmmmmmmma mammmmmmmmma ! Adesso non posso più esimermi dal provare il mini lanciafiamme da pasticciere che mi sono regalata. Evviva. Grazie Gen. E... grazie Berso!

il pollo lo pubblico questa sera. Godiamoci questo ben di Dio.

09/03/06, 10:44  
Blogger gli scribacchini ha detto:

Prego, non c'e' di che! Magari, mi fai qualche bella foto anche per me? Cosi' la metto sul sito?
Grazie!!!
---
gen

09/03/06, 11:41  
Anonymous Remy ha detto:

Ma come catalana? Adesso che Berso ti ha dato la cittadinanza devi fare solo ricette emiliane!
Che bello, adesso posso darti della polentona e, siccome le radici sono radici, pure della terrona.
Ciao grande "cucinatrice"

09/03/06, 12:46  
Anonymous Patt ha detto:

Ommmammmaaa!!! Questo è un colpo basso! E devo ancora cenare!
Grazie, Gen!
:-)))

09/03/06, 20:22  
Blogger Tulip ha detto:

Cara Kat...
anche io questo weekend ho deciso di regalarmi il piccolo lancia fiamme...
a parte il fatto che mi è costato una fortuna e che quindi ormail devo trovare dolo dolci da carammellare per giustificare la spesa, ti chiedo:
ma crema catalana e creme brulè
sono la stessa cosa???? dubbio amletico!!!
Grazie grazie grazie!!

13/03/06, 18:07  
Anonymous Kat ha detto:

Per quanto ne so (ma verificherò) l'unica cosa che distingue la crema catalana dalla creme blulé, sono gli aromi.
Proviamo a chiedere anche a Gennarino.
Che la fata del caramello sia con te.

13/03/06, 19:05  
Blogger cassandrina ha detto:

Wow!!
Leggo la ricetta con qualche anno di ritardo perciò non voglio perdere altro tempo e la preparo subito...l'unica variante che mi permetto di portare sarà l'accompagnamento...un bicchierino di porto non dovrebbe offendere nessuno no!?!
Ciao a tutti

05/12/08, 14:44  
Anonymous pmn ha detto:

un consiglio per economizzare... al posto del lanciafiamme da pasticciere si può usare un comune saldatore a gas liquido, quelli piccoli da fontaniere... costo intorno ai 20 euro... auguri a tutti

21/12/08, 14:26  
Anonymous Anonimo ha detto:

ma siete sicuri di questa ricetta? Mescolare per almeno un quarto d'ora? Non è che viene troppo dura in questa maniera?

22/11/10, 11:37  
Blogger Noemi ha detto:

Domanda probabilmente banale...perché il latte non va messo nella casseruola d'acciaio a doppio fondo? Cosa succede se la uso? io possiedo solo quelle.....

30/12/10, 22:34  
Anonymous Cristina ha detto:

Ciao
Che buona questa crema! L'ho preparata proprio oggi. Ho messo le foto del risultato sul mio blog.
Anch'io mi pongo la stessa domanda di Noemi... io ho usato una pentola senza il doppio fondo però ho dovuto usare il bagnomaria perchè la crema stava iniziando a bollire quasi subito dopo che ho aggiunto l'amido...
Comunque grazie per la ricetta!!

04/06/11, 23:36  
Blogger gege ha detto:

Ma..dove è lo zucchero di canna tipico??

07/11/12, 05:07  
Blogger Dann CucinaAmoreMio ha detto:

Buonissima.
Dann/www.cucinaamoremio.com

26/11/12, 19:40  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home