29 luglio 2006

Ma la Fontina ha gli occhi azzurri?


Questa è una battuta che non potrei mai fare ad un casaro. Scommetto che lo vedrei impallidire. Essì perché per lui gli "occhi" sono i buchi del formaggio, che nella Fontina hanno da essere pochi e piccoli e ovviamente privi di muffe, azzurre o verdi che siano. I buchi della Fontina hanno da essere così pochi che in patois francoprovenzale esiste addirittura un termine per designare il difetto della Fontina con troppi occhi: froumie, una parola che richiama l'immagine delle formiche.
Quanto mi piace però il simpatico manifesto che invita alla Sagra della Seupa à la Vapelenentse domani, domenica 30 luglio, a chiusura della festa patronale di Valpelline, graziosa località dell'omonima vallata laterale delle Valle d'Aosta!
Date le attuali temperature e le caratteristiche prettamente invernali di questa zuppa portentosa, a chi fosse in zona o progettasse una gita, suggerisco soprattutto la visita al magazzino di Frissonière, poco sopra Valpelline in direzione di Ollomont.
Si tratta delle gallerie di un'antica miniera di rame, ora adibite alla stagionatura della Fontina. Temperatura costantemente fresca. Interessante piccolo museo tematico. Aperto sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. Visite guidate alle 10 e alle 16.
Kat

Etichette:

8Commenti:

Blogger cat ha detto:

sarà che sono proprio montanaro dentro, ma a me, le zuppe ipercaloriche a base di formaggio e pane in tutte le versioni (zuppa, canederli, pizzocheri..) scaldano il cuore! con la fontina poi...mmm; purtroppo non conosco per nulla la valle d'aosta, un viaggetto è programmato da tempo, chissà, saluti golosi cat

29/07/06, 11:45  
Anonymous Paola dei gatti ha detto:

vado matta per la fonduta e "udite , udite" non la faccio impazzire .
ho preso la ricetta della zuppa, ma intendo sperimentarla al ritorno del fresco!

29/07/06, 11:59  
Anonymous Remy ha detto:

La natura è severa e saggia maestra!
In questa stagione, zuppe ipercaloriche e fonduta (che è svizzera e copiata dai ristoratori valdostani), non sono adatte ma, daltronde, non è nemmeno stagione di Fontina. La Fontina, un tempo, si faceva solo negli alpeggi e, ancora oggi, quella veramente buona la si trova da Natale a Pasqua.

29/07/06, 12:32  
Blogger cannella ha detto:

E potevate dirlo prima, no??? Madoooonna la sagra della fontina...svenimento totale, più che con George Clooney e Brad Pitt insieme!!!

29/07/06, 17:12  
Blogger Kjaretta ha detto:

Fontina: un amore infantile mai tramontato. Magari con la polenta. Basta che se no piango.
;-)

29/07/06, 17:20  
Anonymous Kat ha detto:

Ma va là! Quella è "solo" la sagra della zuppa più famosa che si fa con la regina Fontina. Di sagre ce ne sono parecchie. In testa a tutte, a mio parare, la Festa della mucca che si tiene ogni due anni ad inizio ottobre in occasione della demonticazione. Quest'anno è annunciata domenica 1 ottobre. Ma senza togliere nulla alla Fontina che si può gustare in questa stagione, confermo quanto ha scritto Remy: l'eccellenza si incontra da metà dicembre a... diciamo marzo, a volte aprile, dipende quanto in fretta finisce la Fontina d'alpeggio.

29/07/06, 22:20  
Anonymous Graziella ha detto:

Scusate, ma questi appuntamenti gastronomici li dovete dare con largo anticipo, che uno si organizza!!!

30/07/06, 10:36  
Anonymous Anonimo ha detto:

Dopo la rabbia di venerdì per la grandinata, oggi vedo sulle Vs. pagine del blogg queste meraviglie.
La fonduta, mmm; che buona, io con la fontina ci faccio anche le bistecche alla valdostana, che buone. Ciao Mara

31/07/06, 08:47  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home