14 luglio 2006

Oggi, 11 rue Simon Crubellier ...

qualcuno compie gli anni...



Cara B.
Giorni fa, quando ancora non sapevo la data del tuo compleanno, mi venne in mente che dovevo, alla prima occasione, farti un "cadeau de mots", regalarti una parola. E' un idea colta in un romanzo di cui non ricordo, me misera, ne il titolo ne l'autore. Il protagonista svelava segreti di Notre Dame de Paris a due ragazzi, in cambio di parole nuove, da gustare facendole rotolare in bocca come caramelle. O da infilare su un nastrino e portare al collo, aggiungendo perline nuove man mano che si incontrano.

Ti vorrei donare...
il verbo francese "se ressourcer", ovvero rigenerarsi tornando alla source, la sorgente. Sorgente dell'energia stessa, quella che si ritrova quando, cessata ogni agitazione, il fango si deposita e l'acqua torna limpida.

Buon compleanno Perec.
Che la tua sorgente sia sempre limpida e facilmente raggiungibile.
Kat

1Commenti:

Blogger perec ha detto:

cara kat,

stamane ho pensato che fosse il caso di regalarmi qualcosa che mi piace molto, qualcosa che si possa trasportare in giro, senza appesantirmi la valigia, senza romeprmi le palle con la manutenzione. così, ho preso la mia vecchia bici gialle (dono di un compleanno di 22 anni fa) e mi sono pedalata la pineta di milano marittima. erano le 7, e c'erano solo pazzi milanesi che correvano. e già, già le cicale. poi ho infilato il marciapiede del porto canale, e sono andata al faro. ho appoggiato la bici e mi sono messa a guardare le barche cariche che rientravano. mi piace stare a guardare il mio mare fangoso, lo trovo pescoso. e resto semrpe colpita da qualche ricordo che affiora, da qualche idea, da qualche piccola, inattesa speranza. non mi servono le grandi illuminazioni, tengono troppo spazio e richiedono troppe attenzioni. mi piacciono le piccole cose, perché posso farle crescere, coltivarle con la coda dell'occhio, fingere di non amarle per ritrovarmele, improvvisamente, fondamentali. e stare seduta sul marciapiede del faro, alle sette della mattina, è un modo per inquadrare le cose che contano, e commuoversi perché non devi fingere di non notarle.
domani mattina farò la stesa cosa. di nuovo pineta, di nuovo faro. ma con una parola nuova nel cuore.
grazie per l'idea, per il gesto e per l'attenzione. è un gesto che mi scalda il cuore.

14/07/06, 10:34  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home