24 ottobre 2006

Meme biscottoso - Maria Teresa approva


Un po' per amore di Canny e un po' per far contenta Maria Teresa senza far sprofondare me nella più nera disperazione, Kat si è inventata questi biscotti.
Dovrò pur fare colazione? Qui fa freddo... Si fatica...
Niente burro, niente uova, ma tanta roba nutriente e un sapore davvero buono.
Kat ha detto che se scrivevo io la ricetta me l'avrebbe svelata. E io scrivo...

- 200 g di nocciole leggermente tostate
- 200 g di farina (lei ha usato farina bianca di kamut ma dice che va bene quella che volete)
- un pizzico di sale
- un cucchiaino scarso di bicarbonato
- un cucchiaino scarso di cremor tartaro
- 2 cucchiai di zucchero scuro
- 4 cucchiai di miele
- 50 g di olio evo (in uno dei suoi soliti vasetti dello yogurt corrisponde più o meno alla metà)
- (se necessario per amalgamare, qualche cucchiaio d'acqua)

Ha messo le nocciole nel mixer, assieme allo zucchero. Lei dice che così la frutta secca non fa l'olio mentre viene tritata. Io riferisco e, già che ci sono, confermo.
Poi ha messo nell'impastatrice le nocciole tritate, la farina, il sale, il bicarbonato e il cremor tartaro. Dice che se preferite e lo tollerate, andrà bene anche il solito lievito per le torte, ne basta un cucchiaino.
Quando gli ingredienti secchi sono stati ben miscelati, ha aggiunto l'olio, a filo dice lei, poi il miele, a cucchiaiate. Se vi piacciono appena dolci, ne basteranno 3 cucchiai. Con 4 cucchiai sono dolci ma decisamente meno dei biscotti del commercio. Fate voi.
Più miele si mette, più l'impasto viene umido. Mettendone poco capita che sia necessario aggiungere acqua, un cucchiaio per volta, per far amalgamare l'impasto.
Intanto il forno si stava scaldando.
Ha foderato una teglia con carta forno, fatto dei salamotti lunghi 4 cm che ha poi schiacciato un po'. Li ha fatti cuocere una dozzina di minuti, borbottando: "quando c'è del miele i dolci vengono subito scuri e non ti puoi distrarre".
Dice che con queste dosi vengono 30 biscotti. E allora perché finiscono così in fretta? Misteri dell'aritmetica!
Remy

Finiscono subito perché faccio sempre solo mezza dose. Anche chiuse in una scatola di latta, queste buonezze diventano gnecche (o gnucche che sia;-) in poche ore.
Nessuno è perfetto!
Kat

Etichette: , ,

9Commenti:

Blogger cannella ha detto:

Miele ed olio???Mannaggia che buoni!!!!!Io mi faccio la dose intera, cari i miei piccioncini!!! GRASSSIE!!!

24/10/06, 12:21  
Anonymous Acilia ha detto:

Adoro i dolci che contengono miele :-)
Ci sono preferenze per il tipo di miele da utilizzare?

Un caro saluto

24/10/06, 12:36  
Blogger annie&gaia ha detto:

ciao ziotti sono tornata!!!!!!!!!!!!

24/10/06, 13:06  
Anonymous Kat ha detto:

Ciao Ragasse. Felice che vi piaccioni i miei pasticcetti.
Acilia, a parte il miele di castagno che è difficilissimo da dosare sia in pasticceria che in cucina (un cucchiaino esalta i sapori, con tre cucchiaini corri il rischio che diventi tutto amaro) direi che va bene qualsiasi miele cremoso. Se vuoi biscotti più aromatici, ci vedrei bene un miele di zagara o di limone.

24/10/06, 13:17  
Blogger Gaia ha detto:

a proposito di miele, la mamma durante una sagra ne ha preso uno al rododendro, è ancora sigillato perchè ne abbiamo un altro da finire, ma che dite com'è? lo avete assaggiato?

24/10/06, 16:48  
Anonymous Kat ha detto:

Ietti il miele di rododendro non ha profumi particolarmente marcati, come invece quello di zagara che sa proprio di fior d'arancio (troppo per i gusti di qualcuno) o quello di tarassaco (buonissimo e cremosissimo ma affetto da una buffa puzza di piedi). Non lo userei in particceria perché è prezioso. E' un miele monoflora difficile da produrre in quanto basta una gelata e la fioritura del rododendro fa a ramengo. E se ne riparla l'anno successivo, se non gela di nuovo. Gustalo a cucchiaiate o sulle tartine.

24/10/06, 17:02  
Anonymous mip ha detto:

Katy, ti ricordi il miele di trifoglio?
chiarissimo, quasi trasparente, con il sapere delle caramenlle alla panna di quando ero piccola?
quast'anno non l'hanno fatto, perchè il trifoglio non è fiorito!
Acc Acc...... la prossima fioritura vedrò di rifornire il grande ogb!!!

nasinasi.....

io per questi biscottini qui avrei usato un bel miele di cardo.... o di sulla.... volendo strafare un bel miele monofiore di lavanda!
CIOMP

24/10/06, 18:00  
Anonymous Ogb ha detto:

Mip smack

24/10/06, 18:17  
Anonymous Kat ha detto:

Micina ci hai azzeccato, ho usato miele di cardo. Di quello di trifoglio ho ancora mezzo vasetto. Conservato rigorosamente al fresco e al buio mi ha fatto l'onore di rimanere inalterato. Baciotti riconoscenti.

24/10/06, 18:19  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home