18 settembre 2007

Buon Compleanno Greta

Da qualche mese le nostre vite hanno subito una fastidiosa accelerazione che non ci consente più né di nutrire questo blog come un tempo, né di festeggiare con regolarità i compleanni degli amici e nemmeno di giocare a preparare una cenetta per qualche personaggio famoso come facevamo di solito. Però, quando ci riesce, per noi è una festa. E oggi festeggiamo Lei. A modo nostro ;-)


Per la misteriosa Greta Garbo, nata il 18 settembre 1905, vorremmo mettere in tavola una delle cose a nostra conoscenza più misteriose ... le polpette. Grazie a Stefano Buso per l'involontario e preziosissimo suggerimento ;-) Greta però era vegetariana. Bella sfida, tanto più che abbiamo già pubblicato (e persino rivisitato) le nostre uniche polpette veg ! Non riuscendo a verificare se Miss Garbo mangiava pesce abbiamo dovuto rinunciare alle fantastiche polpette "presidenziali" di Lory, La Mercante di Spezie. Così abbiamo buttato un occhio da Gennarino e l'altro nel bel volume del Duca di Salaparuta "Cucina vegetariana e naturismo crudo" - Sellerio editore - dove abbiamo ritrovato un ripieno usato a suo tempo per dei ravioli.
Preso un po' dell'uno e un po' dell'altra, aggiunto un pizzico di sapore rubato alla brioche provenzale di Clea, abbiamo accompagnato le nostre polpette con un buon sugo di pomodoro e un letto di cuscus. Forse però, sarebbero più adatte come finger food, ridotte alla taglia di un'oliva e semplicemente "verniciate" di un buon olio evo molto fruttato.



Per 8 belle polpette:
- una melanzana grande
- uno scalogno o una piccola cipolla
- un pomodoro secco
- qualche oliva nera non troppo forte (magari taggiasca, meglio ancora se sott'olio)
- prezzemolo e basilico
- un uovo
- pan grattato
- olio e.v.o

Mentre la melanzana,tagliata a dadini e precedentemente spurgata con sale grosso quindi sciacquata e ben strizzata, appassiva piano piano in padella con qualche cucchiaio d'olio in compagnia dello scalogno, abbiamo preparato un salsa di pomodoro bella piccante.
Abbiamo quindi tritato finemente prezzemolo, basilico, pomodoro secco e olive e passato la melanzana nel passaverdura griglia larga. Dopo aver mescolato il tutto con cura, abbiamo unito al trito l'uovo sbattuto quindi cercato la giusta consistenza aggiungendo poco per volta il pangrattato. Pomodoro secco, olive e pangrattato potrebbero bastare a salare il composto quindi prudenza.
Per formare le polpette ci siamo unti abbondantemente d'olio le mani. Le abbiamo quindi cotte in forno (180°) per una ventina di minuti. Nulla vieta però di friggerle.

A piacere si potranno tuffare nel sugo oppure adagiare sul cuscus e irrorarle in seguito.

Buon compleanno Greta.
Gli Scribacchini

Etichette: , ,

5Commenti:

Blogger Marika ha detto:

Buoooone! E degna fine per una melanzana ... l'ultima volta ho provato a cucinare le melanzane in un soufflé e non è che mi abbia entusiasmato!
Ciao
Marika

18/09/07, 09:44  
Blogger Morrigan ha detto:

Che Greta fosse vegetariana non lo sapevo proprio. Sulle polpettine un unico commento.... Gnam! ^__^

18/09/07, 09:59  
Anonymous Mrs. bee ha detto:

Buoneeeeee!
CAri Scriba, anche voi dentro al frullatore degli eventi?

18/09/07, 14:42  
Blogger Lory ha detto:

Ti dico la verità?...Sai che nn avevo mica capito fosse cibo quello della foto,ho pensato ad un quadro e nn ne capivo il nesso..ahahahah!
Ehiiii ti devo scrivere,martedì si avvicina ;-)))

18/09/07, 17:52  
Blogger Elena ha detto:

Greta Garbo è della leva di mia nonna, ottima annata. Purtroppo mia nonna è morta qualche anno fa, senza poter diventare centenaria.
Bella ricetta.
spero tu possa postare la ricetta del pane di mais, che sono curiosa di avere la tua versione,
e quando torno in Trentino userò per la tua ricetta la polenta di Storo

a presto
comidademama

20/09/07, 01:08  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home