11 settembre 2006

Buon Compleanno David Herbert Lawrence

Ebbene si, oggi è l'11 settembre e, oltre al compleanno di Cannella che è in ferie e chissà mai dove sarà in questo momento, si celebrano sconvolgenti memorie.
Per scacciare l'orrore, l'istinto porta a buttarsi sul sesso e noi seguiremo l'istinto, festeggiando l'autore di: L'amante di Lady Chatterley.


"Pubblicato per la prima volta a Firenze nel 1928, immediatamente bollato come libro osceno in tutta Europa, L'amante di Lady Chatterley ha scosso nel profondo non solo la sensibilità di generazioni di lettori del ventesimo secolo, ma anche i pregiudizi sul piacere femminile e sulla virilità" dice Wikipedia. E la definizione ci sembra calzare perfettamente. Suggeriamo la lettura di questa bellissima e delicata paginetta.

Ora immaginiamo che, qualche giorno dopo, Constance capiti all'improvviso nella casupola del guardiacaccia.
L'amore, si sa, fa venire appetito. Cosa potrebbe cucinare Mellors per la sua Lady?
Avrà pur raccolto qualche fungo durante le sue ronde... anche solo qualche "field mushroom". Della famiglia degli Agaricus, i prataioli crescono spontanei, mentre da coltivati sono noti come Champignons de Paris.


Per due persone servono :
- due belle fette di pane casereccio
- una dozzina di champignon, o qualche fungo più pregiato, se disponibile
- 3-4 cucchiai di battuto di lardo (oppure olio e.v.o)
- prezzemolo
- formaggio compatto (Cheddar nella perfida Albione, Parmigiano o Piave stagionato se disponibile)
- (rucola)

Mentre lui pulisce rapidamente i funghi con uno straccetto umido, li affetta e li fa saltare in una padella con un cucchiaio di battuto di lardo (e uno spicchio d'aglio), lei taglia il formaggio a scagliette.
Quando i funghi saranno quasi cotti, spalmerà col lardo le fette di pane leggermente tostate.
Ai funghi verrà aggiunto un po' di prezzemolo tritato, sale e pepe a piacere, prima di adagiarli sul pane.
Cosparse di scaglie di formaggio, queste "tartine" verranno mangiate con le mani.

Noi moderni, italici o meno, potremmo anche aggiungere un po' di rucola spezzettata sulle nostre tartine, come da ricetta originale. Ricetta che, per quanto sia difficile crederlo, proviene dalla Gran Bretagna! L'ho solo adattata un po' all'epoca del romanzo.
Potremmo ridurre le dimensioni delle tartine in vista di un aperitivo o per farne un antipasto. Oppure accompagnarle ad un'insalata, magari di fagiolini, per una cena leggera.
Potremmo anche far finta di credere che i funghi siano afrodisiaci. Di sicuro l'appetito lo è.
Buon compleanno D.H.!
Kat

P.S.: io, quasi quasi, quella tartina la proporrei a Graziella per il suo Meme del Buon cibo veloce.

Etichette: , ,

6Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto:

Si stà avvicina l'ora di pranzo, e quella tartina mi stà stuzzicato l'appetito. Peccato che non la posso prendere, mi sembra di percepirne il profumo, forse è la fame. Ciao Mara

11/09/06, 11:31  
Blogger Gracianne ha detto:

Jolie tartine aux champignons. Bon anniversaire a DH Lawrence, un des auteurs les plus savoureux qui soient.

11/09/06, 13:07  
Anonymous Jazzer ha detto:

Uelà! Vi siete svegliati piccantini 'stamattina!

11/09/06, 16:59  
Anonymous Jazzer ha detto:

E senza dire nulla a nessuno vi siete infilati anche tra i Macchianera Awards!

Ecco, io non volevo votare perché Macchianera mi sta sulle palle (ohppss) ma ora devo farlo! :-)

11/09/06, 17:54  
Blogger cannella ha detto:

Canny risponde prontamente all'appello, infatti è noto che noi della vergine siamo dei tipi passionali, no??? ;-PPPP
GRASSSSSSIE FRATELLONI, vi bacio e vi abbraccio e mi rubo questa mega-bruschetta!!!

11/09/06, 19:57  
Blogger PiB ha detto:

Confesso che tutto mi aspettavo meco che trovare il fungo del guardiacaccia!

11/09/06, 22:15  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home