02 febbraio 2006

Buon compleanno James (Joyce)

Caro James, ho saputo che oggi è il tuo compleanno e anche se non ci conosciamo mi è venuta voglia di fare una torta per festeggiarti.

Oddio, che tu non conosca me è abbastanza naturale... meno legittimo è che io conosca poco te.
Ellosò che hai scritto Opere con la O maiuscola. Lo so che il tuo Ulisse ha catturato generazioni di lettori e viene considerato uno dei libri fondamentali della letteratura moderna. Lo so che i tuoi concittadini sono talmente fieri di te e della tua opera che ogni anno celebrano il Bloomsday in ricordo di quell'intenso, memorabile 16 giugno 1904 in cui alla tua creatura, l'agente pubblicitario Leopold Bloom, hai fatto vivere in un sol giorno le ventennali peregrinazioni dell'eroe omerico.
Io però il tuo Ulisse non l'ho letto. Avrei una mezza scusa, senti qua: "la ricerca estetica e sperimentale scompone le strutture profonde della parola, con un lavorio ingegneristico sulle modalità eclettiche della comunicazione linguistica e tocca le radici arcaiche del linguaggio". Capisci che - visto che non so l'inglese e non posso leggerti in lingua originale - mi sembrerebbe di farti un grave torto, di correre il rischio di fraintenderti, insomma di tradirti, leggendoti tradotto in italiano?!? Ah, secondo te è una scusa?! Beh, però posso dirti questo: quando sono stata a Dublino ogni volta che entravo in un pub e - malgrado il mio pessimo inglese - facevo subito conoscenza con qualche avventore dalla ruvida cordialità così tipica del tuo popolo, mi piaceva pensarti e mormorare tra me e me: "Gente di Dublino"...
E poi alcuni tuoi aforismi mi ispirano simpatia.
"Dio fece il cibo, ma certo il diavolo fece i cuochi".
"Donne: non le vedi mai sedersi su una panchina con l'avviso Vernice Fresca. Hanno occhi dappertutto!"
"Quando hai una cosa, questa può esserti tolta. Quando la regali nessun ladro te la potrà rubare: ed sarà tua per sempre"
Insomma: com'è come non è, ieri sera ti ho preparato questa torta e - già che c'ero, mentre era nel forno - mi sono messa a rileggere qualche brano di "Gente di Dublino"...
Tanti auguri, James!
Marì


Torta di Mele al Whiskey Irlandese

pasta frolla
1 manciata di mandorle tritate
1 manciata di uvetta
3 mele
8 cucchiai di zucchero di canna
250 g di panna fresca
3 tuorli
5 cucchiai di whiskey (irlandese!)

Dopo aver imburrato e infarinato uno stampo da crostata ho acceso il forno a 200 °, ho sciacquato bene l'uvetta e l'ho messa a rinvenire (o svenire) in due dita di whiskey (irlandese!). Quindi ho cominciato a stendere la pasta frolla preparata un paio d'ore prima e lasciata a riposare in frigo; l'ho disposta più o meno per benino sul fondo dello stampo e l'ho cosparsa di mandorle tritate. Poi ho coperto il tutto con una raggiera di fettine di mela che ho disseminato di uvetta ubriaca. In una ciotola ho sbattuto 6 cucchiai di zucchero con i tuorli, quindi ho aggiunto la panna intiepidita e 3 cucchiai di whiskey (irlandese!) ed ho versato sulla torta parte di questo composto (a occhio, in modo che riempisse un po' i buchi tra una mela e l'altra). Ho cosparso con un cucchiaio di zucchero di canna ed infornato per circa mezz'ora. Nel frattempo ho messo sul fuoco la crema al whiskey (irlandese!) avanzata e l'ho lasciata rapprendere dolcemente, mescolando. Si può servire la torta tiepida accompagnata dalla crema fredda o viceversa.

Etichette: ,

9Commenti:

Anonymous Kat ha detto:

E brava Marì, grazie per questo goloso compleanno d'autore. Quindi è vero che le donne hanno occhi dappertutto ! Anche sul calendario.
Baci.

02/02/06, 08:49  
Blogger fiordizucca ha detto:

ma che bella dedica e che favolosa torta! non sono una fan dei dolci alle mele ma con il whiskey ci sta bene tutto! :)) well done!

se ti dico quand'é il mio compleanno mi fai una tortina anche a me! (^_*)

02/02/06, 11:38  
Anonymous Ele O'Noyra ha detto:

Marì, sei sempre in tempo a leggere Joyce...peccato invece per lui, che non potrà mai leggere te.
Che donna!
E le due js? Che chiccheria (una chicca chic, per intenderci)!
p.s. mi sento anch'io un po' 'Gente di Dublino', visto come mi firmo ;-)

02/02/06, 12:31  
Anonymous graziella ha detto:

Bella dedica e bella scusa, che potrebbe essere anche la mia!
Complimenti per la torta!

02/02/06, 12:46  
Anonymous Kat ha detto:

Fiore, appena fioriscono i fiori giusti, un idea ce l'avrei... Ma tu quando compleanneggi ? Così io suggerisco e la maga Marì cucina... ;-)

02/02/06, 13:29  
Blogger Elvira ha detto:

Ce gâteau a vraiment l'air succulent!

02/02/06, 15:40  
Anonymous Marì ha detto:

Grassssie ragazze, sono proprio contenta. E già che ci sono vi comunico che la torta ha passato a pieni voti l'esame di una misconosciuta, ma attendibile degustatrice semiprofessionale di dolci: la mia mamma. Che quando ha sentito "torta di mele" ha messo su un'arietta sufficiente, ma alla parola whisky si è illuminata e se n'è mangiata metà.

02/02/06, 15:50  
Anonymous Remy ha detto:

Ce le hai le formine per O - G - B?
Io però la vorrei senza mele, e magari anche senza pasta. Mi basta il Uischi, magari irlandese.

02/02/06, 18:39  
Blogger fiordizucca ha detto:

ogb? hmmm

kat, io in ottobre grazie, c'é tempo per pensarci :)

per me va bene FDZ grazie (^_*)

02/02/06, 22:37  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home