16 gennaio 2008

Arrosto della sonnambula smemorata ;-)


Ingredienti:

Preparazione:

Si inizia con l’acquistare un bel pezzo di lonza, come prescrive la ricetta originaria.
Poi, però, ci si dimentica della buona intenzione fin quando, alle 11 di sera, mentre si sta chattando allegramente, si accende una lampadina nella zucca e si fa un bel salto sulla sedia.
E vabbè, diamo mano alla pignatta e iniziamo. Burro, olio, aglio, rosolatura della carne, e fin qui va tutto bene. Anzi, no: manca il rosmarino, che è nell’orto, dietro casa. Buio, piove …. si fa senza!
Procediamo. Abbiamo rosolato, ora sfumiamo con il marsala, poi i porcini. Si, se ci fossimo ricordati di metterli in ammollo! Fa niente, passiamo direttamente agli champignons e facciamoli andare a fuoco vivo. Evitiamo di farli asciugare del tutto, uniamo il dado, mettiamo il coperchio e abbassiamo la fiamma. E qui il passaggio fondamentale: dimentichiamoci la pentola! Dovremo ricordarcela solo un attimo prima che sia necessario chiamare i pompieri! Ormai è tardi. Ficchiamo il tutto al fresco e andiamo a nanna: ci penseremo domani.
Dopo una bella ronfata e una sana (?) giornata di lavoro, riprendiamo il discorso. Tagliamo a fette la carne. Con una mestolata di acqua bollente sciogliamo il fondo di cottura (si dice deglassare, forse?) rimettiamoci dentro le fettine di arrosto a insaporire e, per mimetizzare i danni, cospargiamo il tutto con un bel trito di aglio (poco) e prezzemolo (se è fresco, invece che di freezer, èmmeglio).
Il primo che osa lamentarsi, provvederà alla spesa e al conseguente spignattamento per tutto il prossimo mese! ;-)

Patt

Etichette: ,

9Commenti:

Anonymous mrs. bee ha detto:

Ahhhh, ma allora è un vizio dei bloggers notturni!!!
Se ti è rimasto sullo stomaco l'arrosto bruciacchiato, chiedi a Cat una tazza della tisana che ha messo sul fuoco alle 10.00 dell'altra sera. Mi sono svegliata a mezzanotte sentendo uno strano odorino, ho spento tutte le candeline che c'erano in giro per casa, e mi sono accorta di qualcosa che fondeva sul fornello. E non era cioccolata......
D'altra parte, avendo lasciato io il freezer socchiuso per tre giorni, non è che potessi neanche dirgli più di tanto.....

16/01/08, 08:29  
Blogger Scribacchini ha detto:

Patt, nel caso dovessi venire a trovarti... a me piace molto pane e formaggio :-)
Pix

16/01/08, 09:26  
Blogger enza ha detto:

collegio universitario, eoni fa.
la mia amica graziamaria nota disastergirl decide di preparare in onore dell'arrivo del fidanzato attuale marito, una torta.
e anche le lenticchie.

alle 3 di notte 70 ragazze sono state svegliate dall'allarme antiincendio...
le lenticchie erano dei piccoli sassolini neri e la torta....un disco freesby.

non è finita.
il collegio era al nono piano.
la mia amica grazia maria l'indomani mattina ridendo dell'accaduto a colazione dice...vedete? non si stacca nemmeno dalla teglia e capovolge la teglia fuori dalla finestra.
il freesby bnero becca in piena capoccia il cappellano Don Riccardo.
che da brav'uomo qual'è anni dopo li ha pure sposati!

grazie per avermelo ricordato, sto scrivendo tra le lacrime.

16/01/08, 12:44  
Blogger Scribacchini ha detto:

Chissà come mai tra gli ingredienti indispensabili figura sempre "una sana giornata di lavoro" ???
Era dai tempi delle tue celebri mele al forno che aspettavo il ritorno di Grisù... ;-) Evvvvvvai!
Kat

16/01/08, 16:15  
Blogger miciapallina ha detto:

eheheheheheh
leggo e rido, rido e leggo!
La "sana giornata di lavoro" ... come riconosco questo ingrediente!
Entra spesso a far parte di molti miei piatti!
eheheheheheh
L'unica cosa che non ho è la "chattata notturna" perchè noi qui alla gatteria raramente arriviamo alle 22.... crolliamo prima!!!
nasinasi ridarelli

16/01/08, 17:25  
Anonymous Patt ha detto:

Il bello è che, alla fine, era anche buono e pure gli Assagggiatori Ufficiali Felini hanno approvato! :-)

Tranquillo, Remy: per te sempre e solo formaggio. I canederli e le luganeghe ce li pappiamo tutti noi! ;-P

16/01/08, 20:17  
Anonymous Mrs. Bee ha detto:

Vogliamo parlare delle tre bistecche che ho lasciato alla cassa del supermercato, ieri sera?

18/01/08, 11:52  
Blogger Scribacchini ha detto:

Massima solidarietà, cara Mrs Bee. Immagino che in casa non ci fossero neppure sanguinolente rape rosse per sostituire la ciccia. Inizio a pensare che questa sia una vera e propria luna sballata...;-)
Kat

18/01/08, 12:00  
Anonymous Mrs. Bee ha detto:

C'erano due misere fettarelle avanzate di polpettone per i cicciuzzi, ma io mi pregustavo la carnazza dal pomeriggio....
E la brocca riempita di tè bollente e poi sciacquata con acqua ghiacciata che si è MISTERIOSAMENTE rotta ferendo il pollice destro di Cat, dissanguato ed agonizzante?
Se qualcuno vede in giro una cosa piccolina rotonda che gira vorticosamente, è il neurone di casa Cat (l'ultimo rimasto) che non trova più l'indirizzo......

18/01/08, 12:29  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home