25 gennaio 2006

Quando la fretta ...


Ecco qua, anche stasera ceno da sola. Vediamo, che mi assemblo di buono? Dunque: il frigo offre un pezzetto di pecorino, un ciuffetto di rucola, un paio di pomodorini che se penso a quelli dell'orto ... ma vabbè, a gennaio che vuoi pretendere? Ok. L'acqua già bolle, butto la pasta e comincio ad affettare a spicchi i pomodorini. Poi uno spicchietto d'aglio (piccolo, eh, che sennò stanotte qualcuno protesta) e la rucola tritati fini e grattugio il pecorino. Sorvoliamo sul fatto che il tagliere con la rucola è scivolato sul più bello, facendo finire tutto sul pavimento. Aaaarggghhh!!! Fortuna che avevo ancora qualche scorta in freezer! Un pizzico di sale e un tot di peperoncino, poi olio d'oliva, quello pugliese che mi hanno regalato, e ... driiin! La pasta l'è cotta! Scolo, verso sul condimento, mescolo lasciandomi avvolgere dal profumo, scatto la foto di rito e, finalmente, si mangia! ;-)
Patt

Etichette: , ,

6Commenti:

Anonymous Kat ha detto:

Il profumo l'hai catturato davvero, sai. Sta invadendo l'ufficio,eheheh ! Sarà che col capuccino non vado d'accordo ma io ci farei colazione con la tua pasta frettolosa. Bacio. K.

25/01/06, 08:01  
Anonymous graziella ha detto:

A volte le cose fatte al volo sono quelle che riescono meglio e questo mi sembra un capolavoro, anche alle 8 dopo il caffè!

25/01/06, 08:06  
Blogger cannella ha detto:

E visto che anche tu cenavi da sola, la prossima volta non potremmo condividere un bel piatto di pasta come questo?
A proposito: ho capito male o la rucola si può congelare?

25/01/06, 11:25  
Anonymous Anonimo ha detto:

Mi sa che tu sei un'altra che di tutto questo freddo non ne puo' proprio piu' ed ha una gran voglia di sole... eh, Patt?
--
gen

25/01/06, 19:56  
Anonymous Patt ha detto:

Kat: non è che col profumino agliato ti ho svuotato l'ufficio? ;-)
Graziella: grazie, confesso che a me le cose riescono solo se le faccio alla bersagliera! Se mi metto a pensare ... :-)
Cannella: condividere? Ma quando vuoi! Si, la rucola si può congelare. Certo, perde un pochino, come il prezzemolo o il basilico, ma rimane comunque profumata. Io aspetto che in orto ci sia da andar con la falce, poi, quando è ben lavata, la metto ad asciugare tutta una notte stesa su un telo. (Da quando ho Attilina ho imparato anche a coprirla con un altro telo, sissamai ...) Poi la trito tutta con la mezzaluna (niente mixer!!!) e la ficco ben pressata nelle formine per il ghiaccio. Non dico che vada bene per l'insalata, ma per la pasta o per sughi vari va da dio! Kat mi aveva insegnato anche a mischiarla con il formaggio grattugiato, prima di congelare, e devo dire che il risultato è ottimo. :-D
Gennarì: non mi parlare di freddo! Anche oggi minima a -14° e massima non so, forse, ma forse, appena sopra lo zero. Passo la giornata in ufficio con giaccone, sciarpone, doposci (imbottiti con vari calzerotti) e mezzi guanti. Poi, però, penso a quando d'estate boccheggio per l'afa e allora smetto di brontolare. Ma solo per un minuto, eh! ;-)))

25/01/06, 20:29  
Anonymous Lorella ha detto:

C'è un proverbio che dice:" Un bravo cuoco fa con poco" , beh è proprio il caso tuo cara Patt.

Lorella

26/01/06, 23:36  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home