13 marzo 2006

Molotov


Qualcuno dice che sa di trementina. Qualcun’altro che picchia in testa. Qualcun’altro ancora che il pompelmo rosa non è più di moda. E meno male ! Ora posso finalmente gustarlo solo perché mi piace ;-)

Ingredienti per 3 mini vasetti (150 ml circa) di gelatina
• 3 pompelmi rosa
• da 50 a 100 grammi di zenzero
• 300 grammi di zucchero
• 2 cucchiai rasi di Fruttapec 1:1

Spremo i pompelmi. Sbuccio lo zenzero (100 grammi per me che sono assuefatta) ne taglio una metà a filettini e, non avendo una centrifuga, spremo il resto. Basta grattugiarlo, metterlo in un colino e premere con un cucchiaio. Metto in pentola il succo di pompelmo, lo zenzero (succo e filetti) e la pectina. Mescolo bene e porto a bollore girando sempre. Dopo un minuto di ebollizione decisa, inizio a versare piano piano lo zucchero continuando a mescolare. Quando è sciolto, lascio sobbollire 15 minuti. Verso caldo nei vasetti e chiudo subito. Tengo in frigo e consumo a piccole dosi. E' come la pozione di Astérix, ne basta davvero poca.
Kat

ps: prima o poi mi obbligherò a realizzare la versione che prevede a candire leggermente i filetti di zenzero in acqua e zucchero prima di affogarli nel succo di pompelmo.

Etichette:

7Commenti:

Blogger Kjaretta ha detto:

Wow anche io adoro il gusto piacevolmente aspro del pompelmo rosa! La proverò di sicuro.

13/03/06, 15:48  
Anonymous Francesca ha detto:

e tu kat saresti quella che non sa tanto cucinare?!?
ma è una goduria sicuramente per la vista e sono altrettanto sicura per il palato! solo che c'è troppo zucchero. Non c'è un'alternativa allo zucchero?
Da me ho postato il contorno per il tuo pollorollo (a cui mi sono assuefatta!!)

ps. se volessi fare una ricetta tipo quella del pollorollo ma per la carne di vitella hai suggerimenti?;)

13/03/06, 16:43  
Blogger fiordizucca ha detto:

bella questa ricetta! ci diamo di marmellata ultimamente! :) in effetti anche qui i pompelmi rosa impazzano in questo periodo e poi lo zenzero... anche io sono assuefatta! :) grazie!

13/03/06, 21:51  
Anonymous Kat ha detto:

Acci, Francesca, coi bovini sono meno preparata, almeno sul fronte vapore. Di solito ne faccio "straccetti" che faccio marinare in salsa di soja e pochissimo olio evo prima di scottarli in padella asciutta ma per uno spuntino al lavoro non li vedo troppo comodi ;-)

13/03/06, 23:53  
Blogger gli scribacchini ha detto:

Perdonatemi, ma devo dirlo... ODIO IL FRUTTAPEC MARMELLATA!!! E' un po' come fare una crema e metterci la vanillina... che fate, mi sbattete fuori dopo questo outing o vi accontentate che per punizione vi posti la ricetta della confettura di pesche al cardamono? O della marmalade, se preferite...;-))
---
sempre da formigine

14/03/06, 00:35  
Anonymous Kat ha detto:

Contriti, il capo cosparso di cenere, attendiamo la punizione minacciata. Con tanto cardamomo, pliz.
Riguardo al fruttapec, me la sento di difenderlo, almeno nelle sue componenti. Contariamente alla vanillina che è artificiale e personalmente non userei mai eppoi mai (anche perché sono allergica) un misto di pectina di frutta e di acido citrico che mi consente di mettere meno zucchero e cuocere meno a lungo senza compromettere la conservazione non mi dispiace affatto. Non mi sogno di usarla se ho a disposizione mele o pere verdi non trattate. Uso quelle, a costo di sbucciare per ore e chiudere bucce e torsoli in un fagottino di mussola. Mi è testimone il ghiro che ha banchettato con le noci accanto al vecchio pero (del collega Carlo, sia il noce che il pero). Tu però continua a non perdonarmi che voglio la mia punizione.

14/03/06, 08:20  
Blogger gli scribacchini ha detto:

Ah, ecco, mi sembrava che tu mi cadessi sulla pectina...:-D
Mi hanno pero' parlato di pectina pura, da comprare in farmacia (per lo meno all'estero si trova... in italia non ho mai provato!), che a differenza del fruttapec non contiene additivi... ;-)

Ci si legge dopo per la punizione...:-D

14/03/06, 08:24  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home