03 maggio 2006

Risotto di Primavera con Asparagi Verdi


Ingredienti per 3 persone:

250 gr di riso
una cipolla piccola
una carota
una costa di sedano verde con tutta la foglia
uno spicchio di aglio piccolo piccolo
un ciuffetto di prezzemolo riccio
asparagi verdi, almeno 3 o 4 a testa, se sono di più è meglio

una noce di burro
un cucchiaio scarso di olio d'oliva e.v.
un dado (ebbene si, confesso!)
sale
formaggio grana a piacere

facoltativi, se ne avete sottomano, alcuni funghi champignon e/o un pugnetto di pisellini piccoli

Preparazione.

Incominciate (con largo anticipo!) dagli asparagi: lavateli e tagliate la parte terminale del gambo, quella dura e legnosa, che NON butterete via ma metterete a bollire in un litro abbondante d'acqua non salata. Lasciate cuocere a lungo, aggiungendo acqua via via che evapora, così otterrete il brodo di asparagi per il vostro risotto.
Preparate un trito con tutte le verdure, tranne l'aglio, che lascerete intero per poterlo poi togliere, e gli asparagi che taglierete a rondelle lasciando però intatte le punte. Fate soffriggere il tutto (tranne le punte) con l'olio e il burro -poco, mi raccomando- poi unite il riso, fatelo insaporire rigirandolo per qualche minuto e spegnete con una prima mestolata di brodo bollente.
Eliminate l'aglio e continuate a "tirare" il riso aggiungendo brodo man mano che occorre, sbriciolatevi dentro il dado e, se necessario, aggiustate di sale. A metà cottura unite le punte degli asparagi, dopodiché badate a mescolare con delicatezza per non romperle.
Questo riso non va mantecato, servitelo un po' all'onda, accompagnato da formaggio grana.

Se volete approfittare delle ultime offerte di asparagi per farne scorta, preparate il brodo come sopra descritto, dividete la parte buona del gambo dalle punte e mettete in congelatore le porzioni complete, composte da brodo, gambi da rondellare e punte: risotti garantiti tutto l'anno!

Patt

(Qui Belluno, a voi Aosta!) ;-)

Etichette: ,

15Commenti:

Blogger Tulip ha detto:

bene bene bene..
sono le 11 e 30 e per fortuna che non sono a casa, altrimenti mi sarei già messa a spignattare...
per farmi questo bel risotto...
quasi quasi sento il profumino...
mmmhhh che fame che c'ho!

03/05/06, 11:29  
Anonymous Kat ha detto:

Fameeeeeeeee !

03/05/06, 11:29  
Blogger Gracianne ha detto:

Ciao Scribacchini, arrivo della Tasca da Elvira. Per fortuna ho gia mangiato, sinon ce joli risotto me tenterait beacoup. Desolee pour mon italien, il est TRES pauvre.

03/05/06, 14:27  
Blogger Elvira ha detto:

Je crois que c'est mon risotto préféré, celui-là!

03/05/06, 14:59  
Blogger Piperita ha detto:

Bello 'sto risotto Patt!
:-)

03/05/06, 17:06  
Anonymous Kat ha detto:

Patt, hai una nuova fan francese. Oltre ad Elvira che dichiara una netta preferenza per questo risotto, ha apprezzato anche Gracianne.

03/05/06, 17:15  
Blogger gli scribacchini ha detto:

Molto bello, ma davvero il dado non riesci ad eliminarlo? magari, prendendo degli scarti di asparagi (un po' di parte in fondo ma commestibile), ripassandola in padella e aggiungendo acqua in modo da ottenere un brodo rovesciato...:-)
---
gen la talebana

03/05/06, 18:59  
Anonymous Patt ha detto:

Grazie, ragazze! Grazie a tutte! Mercì!
:-))))))))))))

03/05/06, 20:08  
Anonymous Patt ha detto:

Gennarì, 'scolta: me lo spieghi cos'è il brodo rovesciato???
'ciotti perplessi
;-)))

03/05/06, 20:09  
Anonymous Pix ha detto:

Patt, hei Patt, non ti offendi se dico che è davvero bello?
Ma dove li trovi i dadi rovesciati? :-)

03/05/06, 20:32  
Anonymous Patt ha detto:

Piiiixxxxxx!!!!!!!
Io sto qua in ansia e tu fai la peste????
Lo vorrei proprio sapere cos'è 'sto brodo rovesciato!
Non è che è il brodo che fai tu mentre svolazzi lassù?
;-ppppp

Geeeennnnnnnnn!!!!!!
Lumi, pliiiissss!!!!!
:-)))))))))))))))

03/05/06, 21:03  
Blogger gli scribacchini ha detto:

Orpo... ma sai che l'avevo incollato qui e non e' venuto il messaggio? Riprovo...:-)


Il brodo vegetale "rovesciato" (copyright Joe) si basa sul concetto di
aggiungere l'acqua alle verdure e non viceversa come si usa di solito.

Mi spego.
Fai scaldare dell'olio EVO in una pentola e soffriggici carote,
cipolla e sedano tagliati molto grossolanamente (ma anche aglio, rape,
porro, champignon o quello che hai a disposizione).
Quando le verdure sono
insaporite per bene, sfuma con del vino bianco secco e poi aggiungi acqua
q.b., sale (assaggiando), pepe, mazzetto aromatico e lascia sobbollire una
decina di minuti (ovviamente devi poi filtrare il brodo al colino).
Utilizzando meno di 20 minuti del tuo tempo hai ottenuto un brodo assai
saporito e molto migliore di quello dato dal dado vegetale.

---
Il brodo vegetale "rovesciato" (copyright Joe) si basa sul concetto di
aggiungere l'acqua alle verdure e non viceversa come si usa di solito.
Mi spego. Fai scaldare dell'olio EVO in una pentola e soffriggici carote,
cipolla e sedano tagliati molto grossolanamente (ma anche aglio, rape,
porro, champignon o quello che hai a disposizione).
Quando le verdure sono
insaporite per bene, sfuma con del vino bianco secco e poi aggiungi acqua
q.b., sale (assaggiando), pepe, mazzetto aromatico e lascia sobbollire una
decina di minuti (ovviamente devi poi filtrare il brodo al colino).
Utilizzando meno di 20 minuti del tuo tempo hai ottenuto un brodo assai
saporito e molto migliore di quello dato dal dado vegetale.

---
Vediamo un po' se viene mo'... ;-))
gen

03/05/06, 22:32  
Anonymous Patt ha detto:

'assie, Gen! Adesso è chiaro. :-)
Mi ripudi, però, se ti dico che io il dado lo metto ... perché mi piace? Anche da bambina lo rubavo in dispensa. Chettedevodì, ero strana anche allora! ;-)))
'ciotti & strucotti (si, faccio pèiano!) :)))

03/05/06, 23:31  
Anonymous P ha detto:

... eeeesssì, volevo dire che faccio "piano"! Mannaggia al sonno!
;-)

03/05/06, 23:33  
Anonymous Kat ha detto:

'assie gen, provvedo già questa sera a brodificare al rovescio.

04/05/06, 08:54  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home