03 febbraio 2006

Una cenetta spiattata

Sarebbe impiattata ma per farlo bisogna averne voglia e, soprattutto, esserne capaci, quindi...

Era una giornata di quelle che..."quasi quasi mi prendo un permesso da recuperare dell'anno scorso" .
A casa, in riposo, si fa il pane. Il pane e poi? Poi si guarda nel congelatore: Ossobuco, zucchini dell'orto (ovviamente un po' mollicci), fagiolini, seppioline, gamberetti, pane...
Seppie ripiene!
Si, magari con pane, prezzemolo e latte.
No! Pane, vino bianco e zucchini!
Zucchini e patate, molto meglio e, un po' più originale (Kat mi dirà più tardi che avevamo una ricetta di questo tipo in uno di quei libri chic che io non guardo mai)
Tiro fuori dal congelatore calamaretti e zucchine e, intanto, per pranzo mi faccio due pici alla come mi viene.
Pelo le patate, le lavo, le taglio a cubetti, comincio a farle stufare e, nel frattempo lavo i calameretti, li separo dai ciuffetti e...
E no, io questi non riuscirò mai a farcirli. No dai, neanche se... Ma si, forse se... E se...
No, calamaretti fritti e...
E nel frattempo dove li metto? In frigo e... E marinati? Ma si dai, un po' di santoreggia e limone e...
Apro il barattolo della santoreggia e... Profumo delizioso ma, col pesce? Basilico?
Basilico, limone e... Basilico e arancia e basta!
E le patate? Sformatino di patate e zucchini....magari nei ramequin... Evvai!



Siccome alla fin fine tutto era decisamente mangiabile (se non fotografabile...)

Ingredienti per le seppie

500 g di seppie (le mie erano surgelate)
1/4 di arancia spremuta (un cucchiaio)
2 o 3 pizzichi di basilico secco (volenti o nolenti, quello valdostano è sempre un po' mentolato)
1 o 2 cucchiai di olio (mi sembra superfluo specificare ma EVO)
uno spicchio d'aglio

Separate le teste dai ciuffetti, ho tagliato a strisce le sacche (tre per ogniuna) e in due i ciuffetti. Ho messo la metà in una ciotola di plastica con il coperchio e ho spolverato di basilico, metà del succo d'arancia e metà dell'olio. Niente sale perchè erano già parecchio salate di loro. Ho ripetuto pari pari con l'altra metà e via in frigo.
Ho schiacciato uno spicchio d'aglio nella padella e messo due cucchiai d'olio, ho fatto scaldare sino a veder sfrigolare l'aglio ed ho spento e coperto.
Un paio d'ore più tardi ho tolto l'aglio dalla padella, ho fatto scaldare e via con le seppie per pochi minuti.

Ingredienti per gli sformatini:

Due patate medie
400 g circa di zucchine (le mie erano surgelate e mi sono dimenticato di pesarle)
1/2 cucchiaio di erba cipollina essiccata.
Olio, sale e un bel po' di facciatosta
uno spicchio d'aglio

Ho schiacciato l'aglio nella padella e vi ho messo l'olio a insaporire.
Ho sbucciato le patate, lavate e tagliate a dadini (un centimetro per uno) e le ho infilate nell'olio caldo ma non bollente e le ho fatte stufare per un po' (mezz'oretta?). Quando hanno cominciato ad ammorbidirsi ho aggiunto le zucchine e l'erba cipollina. Dopo qualche minuto ho spento il fuoco sotto la padella e oliato i ramequin.
Li ho riempiti con il misto di patate e zucchine e ho ricoperto il tutto con un velo d'olio. Ho infornato a 180° per 20 minuti e...
Kat mi aveva detto: - "Niente besciamella ? Sarà difficile che i tuoi sformatini rimangano interi."
E, invece... quasi. Remy

Etichette: ,

2Commenti:

Anonymous graziella ha detto:

Bravo Remy! Certo che strada facendo hai proprio cambiato cena! ricordati la soluzione del quesito di ieri!

03/02/06, 12:52  
Anonymous Marì ha detto:

Non avrà le idee chiare, ma quest'uomo è un mito! Slurp.

03/02/06, 16:37  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home