12 giugno 2006

Buon Compleanno Jazzer - Aperitivo

"Music is greater than wealth, greater than buildings, ships, religions, paintings"( La musica è più grande della ricchezza, più dei palazzi, delle navi, delle religioni, dei dipinti) - Walt Whitman.
Vero, Francesco? Epperò, soprattutto quando compie gli anni solo soletto, un povero Jazzer va nutrito, no? E magari distratto ;-) E allora diamo il via ad una cenetta itinerante. Quasi ragionevole in modo che tu riesca ad arrivare fino a Salamanca per il dessert. Ma si, ma si, c'è ancora una porzione di Baklava ad attenderti.
Anziché il classico aperitivo (se proprio vuoi puoi canticchiare Salt peanuts) abbiamo preparato un quasi antipasto. Ti vanno due Rotolini di zucchine con cuore di formaggio (di capra in questo caso, ma la tua immaginazione saprà sostituirlo con bocconcini di pecorino, magari di Pienza, marinato in olio, erbette e peperoncino) ?
Secondo me, magari con l'aiuto di quell'artista di tuo figlio quando tornerà dal mare, sapresti preparli anche tu.



Servono :
- zucchine chiare medie giovani e belle sode
- una mandolina per affettarle sottilissime
- una piastra per grigliarle (andrà benone una bistecchiera, magari di ghisa)
- olio evo
- uno spicchio d'aglio (meglio se fresco)
- formaggio (buche di capra o Chèvretine o "caprino" saporito ecc...)
- sale e pepe o paprika o peperoncino

Con la mandolina (e la prudenza di rito) si affettano le zucchine per lungo, scartando le fette esterne e quelle che avessero già il cuore pieno di semi. (Le potremo grigliare a parte e usare per condire una spaghettata).
Le fette di zucchine vanno grigliate un attimo, diciamo 2-3 minuti per lato sulla piastra calda ma non rovente. Asciutta la piastra o unta passandovi un pezzo di carta cucina unta d'olio.
Intanto si sfrega un piatto con l'aglio tagliato a metà e vi si versa un velo d'olio.
Man mano che sono cotte (molto al dente, basta che siano morbide abbastanza da poterle arrotolare) le zucchine si trasferiscono nel piatto oliato ad insaporirsi.
Intanto, col formaggio condito a piacere, si modellano delle olivette aiutandosi con una cucchiaino. Quanto tutte le zucchine sono pronte (basta sovrapporle perché si condiscano le une le altre senza ungersi più di tanto) si arrotolano in un attimo attorno ai bocconcini di formaggio.
Uno stuzzicadenti a fermare il tutto. Et voilà!
Ci vedremmo bene un Serprino dei Colli Euganei, con in sottofondo Green di Palle Mikkelborg da Aura del divino Miles. Una cosa tranquilla che ti consenta di riprendere il cammino...
Tanti tanti auguri, Francesco
Kat e Remy
P.s. : no che non puoi leggere adesso ciò che segue. Deve finire di cuocere . Torna dopo... Ora sei atteso da Berso per un primo strepitoso.

Etichette: , ,

4Commenti:

Blogger Gaia ha detto:

oh...beh io mi unisco agli auguri ovviamente!

12/06/06, 08:48  
Anonymous Jazzer ha detto:

Grazie amici, sono davvero commosso!

Adoro il formaggio di capra, pure quello di Pienza... con Miles in sottofondo poi (tra l'altro "Aura" è uno dei miei dischi preferiti)!

Grazie davvero, non me l'aspettavo.

(torno dopo, ora vado da Berso)

12/06/06, 10:38  
Blogger Gourmet ha detto:

Tanti auguri Jazzer!!!
:-)

E goditi i "doni" virtuali....
SAndra

12/06/06, 10:42  
Blogger LaCuocaRossa ha detto:

domani me le preparo...

12/06/06, 22:30  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home